ARCE – Troppe indennità. Bagarre sull’assessore

ARCE – Le indennità percepite dall’assessore Katia Germani finiscono sul tavolo del sindaco Simonelli.
Nei giorni scorsi il consigliere di maggioranza Filippo Colantonio ha formulato un’interrogazione scritta per chiedere al primo cittadino di chiarire la questione.
Colantonio vuole sapere se all’assessore al Bilancio spettano le indennità piene anche se, da qualche mese, risulta essere titolare di un contratto di lavoro dipendente.
«Durante il consiglio comunale del ventisei aprile scorso – ha spiegato il consigliere di maggioranza Filippo Colantonio – in sede di discussione del punto relativo all’approvazione del bilancio di previsione 2017, ho chiesto all’assessore al Bilancio Katia Germani se la sua situazione relativa alle indennità fosse stata verificata. Alla mia richiesta l’interessata dava lettura di un parere del funzionario dell’ente. Ebbene – ha aggiunto ancora il consigliere – appena è stato possibile consultare il documento in questione ha constatato che era stato redatto lo stesso giorno del consiglio e che pur essendo un atto ufficiale era privo degli estremi di protocollo. Inoltre nella missiva non sono stati menzionati gli estremi della comunicazione ufficiale dell’assessore con la quale si rendeva nota l’esistenza del contratto di lavoro dipendente, così come non compaiono gli estremi della richiesta indirizzata al funzionario per chiedere si l’indennità dovesse essere corrisposta se per intero o decurtata. Nel documento, inoltre, il funzionario fa riferimento alla prevalenza dell’attività professionale rispetto a quella di dipendente pubblico, senza però fare riferimento alla visione della documentazione attestante il reddito. Infine, sempre nel documento allegato alla delibera si parla di diversi pareri della Corte dei Conti senza però, cosa strana, citarne i riferimenti. Per quanto mi riguarda – ha concluso Colantonio – questo documento, cosi come è fatto, non ha alcun valore ufficiale, anche perché contiene un parere generico non ricondotto all’assessore».

Share Button