SANTOPADRE – Ricerche ancora vane. Continua il giallo di Paolo Granturco

Paolo Granturco

SANTOPADRE – Sono ancora serrate le ricerche del quarantanovenne Paolo Granturco, originario di Arpino, del quale non si hanno più notizie da venerdì scorso.
Tante le persone che, sfidando le temperature torride di queste ore, continuano a cercarlo dappertutto, fino a ieri sera però senza esito.
Le forze dell’ordine sono impegnate massicciamente nelle ricerche: a terra e dal cielo, con l’ausilio di un elicottero, fino ai confini col Parco nazionale d’Abruzzo.
I cani molecolari in dotazione alle unità cinofile dei carabinieri avrebbero fiutato le sue tracce fino a una fermata del pullman. Dunque l’uomo potrebbe essersi spostato altrove volontariamente, ma resta il timore che invece possa essergli capitato qualcosa e che non si sia allontanato troppo da casa. Perciò la battuta si concentra soprattutto nelle campagne tra Santopadre, Arpino e Rocca d’Arce, anche se nessuna pista viene esclusa.
Sono giorni di grande angoscia per i familiari dell’uomo che sperano nel suo ritrovamento. Sono stati la sorella e il cognato a denunciare la scomparsa del loro congiunto il 28 luglio ai carabinieri di Arpino guidati dal maresciallo Tiziano Sbardella. Con i militari dell’Arma sono impegnati attivamente nelle ricerche anche i vigili del fuoco, la protezione civile, i volontari del soccorso alpino, la polizia locale e diversi cittadini.

Share Button