FONTANA LIRI – Manovrina e centro anziani. L’assise approva tutto

FONTANA LIRI – Una seduta piuttosto tranquilla del consiglio comunale riunito, in sessione straordinaria, dal presidente Sergio Proia. All’appello della segretaria Arianna Pagani sono risultati assenti per la maggioranza Piero Landini e per la minoranza Luigi Bianchi.
Dopo la consueta approvazione dei verbali precedenti, l’assemblea unita a convalidato gli eletti del centro anziani di via Fiume. Con gli auguri di buon lavoro del sindaco Gianpio Sarracco, è stato approvato lo “stato maggiore” del sodalizio composto dal presidente Antonina Capozio, dal vice presidente Giulio Sacchetti, dal comitato di gestione composto da Nina Maria Capuano, Giuseppina Rea, Virgilio Grimaldi, dal collegio di garanzia Anna Paola Casciano, M. Gabriella Cortina, Rita Proia, membri supplenti Pierina Scappaticci e Maria Grazia Balocco.
Di seguito la relazione dell’assessore Marco Di Ruzza sulle variazioni di bilancio con utilizzo dell’avanzo di amministrazione. Dai banchi della minoranza Rocco Battista e Giuseppe Pistilli hanno chiesto lumi sulle «troppe variazioni contabili» e, non soddisfatti delle risposte, al momento dell’approvazione, hanno votato contro.
Durante la discussione il consigliere Pistilli ha sollecitato l’amministrazione a impegnarsi per riportare a Fontana Liri i carabinieri, in questo periodo dislocati presso la caserma di Arce. Illustrato poi dal consigliere Gianfranco Rauso il punto attinente il regolamento circa i criteri e le modalità delle sanzioni pecuniarie in materia di abusi edilizi.
Il sindaco ha informato l’assise di aver richiesto alla Telecom il potenziamento Adsl e fibra ottica. In ultimo, il dibattito si è spostato sull’adozione di una delibera di giunta per il prelevamento dal fondo di riserva. La somma occorre per il pagamento a una cooperativa esterna per il trasporto scolastico e per l’incarico di un legale, a difesa dell’amministrazione, chiamata in causa da due dipendenti comunali.

Share Button