FONTANA LIRI – La maggioranza archivia i debiti fuori bilancio

FONTANA LIRI – In versione notturna (alle ore 21), sbrigativo consiglio comunale convocato dal presidente Sergio Proia. All’appello della segretaria Arianna Pagani sono risultati assenti per la maggioranza Barbara Battista e per la minoranza Luigi Bianchi.
Tre i punti in discussione, dopo la consueta approvazione verbali seduta precedente. Su proposta del presidente Proia, l’assise ha osservato un minuto di raccoglimento in ricordo di Roberto Coratti, dipendente dello stabilimento militare “Propellenti” deceduto sul lavoro. Subito dopo il sindaco Gianpio Sarracco e il consigliere Piero Landini hanno letto una commovente lettera del figlio Valerio Coratti, che ringrazia l’assemblea per la sensibilità dimostrata.
E’ stata poi la volta del riconoscimento di legittimità debiti fuori bilancio. La commissione, formata da Sergio Proia, Gianfranco Rauso e Rocco Battista, quest’ultimo membro di minoranza, ha quantificato la cifra totale in 37.000 euro. La somma è totalmente impegnata al pagamento di onorari ai legali che, nel corso degli anni, hanno difeso il comune. Polemicamente, Battista ha fatto notare che l’importo poteva essere più contenuto se non ci fosse stata una «dormita» amministrativa e anche politica. Con voto palese poi è stata approvata la richiesta del vescovo Gerardo Antonazzo per la nomina di un referente nella fondazione “Cammino di Canneto”. E’ stato incaricato il consigliere Piero Landini.
In ultimo il si compatto della maggioranza alla variazione di bilancio e all’utilizzo dell’avanzo di amministrazione. Ha aggiunto il suo sì l’ex sindaco Giuseppe Pistilli, unico contrario Battista.

Share Button