ARCE – Aumento ore agli operai. Ed è aria di rivoluzione

ARCE – Aumento delle ore lavorative a due dipendenti, malumori in Comune. Nei giorni scorsi il responsabile del servizio per il personale ha determinato l’aumento delle ore part-time di due operai, uno con la qualifica di idraulico e l’altro di elettricista. Il provvedimento dirigenziale porta da 20 a 30 ore settimanali lavorative dei due dipendenti che sono stati assunti a dicembre del 2015, dopo una procedura concorsuale molto lunga e particolarmente discussa. La selezione era per tre operai a tempo indeterminato, categoria “B” e posizione economica “B1”, con un part-time di sole 12 ore lavorative settimanali. Nel giro di qualche mese le ore sono diventate 20 e ora, per due dei tre neo assunti, sono passate a 30. Ed è proprio questo salto abbastanza veloce che avrebbe creato diversi malumori all’interno e all’esterno del palazzo municipale. L’ente di via Milite Ignoto, infatti, annovera nella sua pianta organica diversi dipendenti a tempo parziale che ormai da tempo aspettano un incremento contrattuale delle ore. Un’attesa che sarebbe legittimata anche dal lavoro che questi svolgono all’interno dell’ente, essendo una forza lavoro giovane, meglio aggiornata alle nuove competenze informatiche e, fattore non trascurabile, avendo di fatto sopperito al turnover mai avvenuto per il blocco delle assunzioni nel settore pubblico. Fuori dal Comune, invece, c’è chi lamenta che l’incremento eseguito in pochi mesi cambia i connotati al concorso espletato. La platea degli interessati per un posto a tempo indeterminato di 12 ore settimanali, infatti, è ben diversa da quella sarebbe stata per 30.

Share Button