FONTANA LIRI – Missione compiuta: il Comune è “riciclone”

FONTANA LIRI – Il comune diventa “riciclone”. Per la prima volta rientra nei centri che hanno raggiunto l’obiettivo del 65% della raccolta differenziata, effettuata porta a porta.
Durante una cerimonia svoltasi a Roma, per iniziativa del Ministero dell’Ambiente, il comune fontanese come “riciclone” è stato premiato da Legambiente con attestato di merito consegnato nelle mani del sindaco Gianpio Sarracco.
Tra i 71 centri del Lazio, Fontana Liri quindi, ha raggiunto l’obiettivo del 65% laddove solo 11 comuni della provincia (su 91) hanno ottenuto questo primato. Naturalmente il risultato è stato commentato con soddisfazione dal primo cittadino: «Il riconoscimento importante è motivo di orgoglio che premia il nostro lavoro, basato sulla massima attenzione all’ambiente – sostiene Sarracco -. Una buona parte del beneficio è merito però della cittadinanza che è entrata nella giusta ottica di collaborazione. In ogni caso c’è da sottolineare che siamo partiti con una buona base, avendo ereditato dalla passata amministrazione, una percentuale della raccolta differenziata già al 60%. Adesso l’intenzione è di fare ancora meglio con l’ausilio dell’ufficio tecnico, guidato dall’ingegner Daniele Capuano, con il ruolo di supervisore. E’ da considerare, infine, il lavoro continuo, negli ultimi due anni, svolto dal consigliere comunale Pierluigi Bianchi delegato all’Ambiente».
Permangono, purtroppo ancora persone incivili senza alcun rispetto per l’ambiente che preferiscono lasciare i rifiuti a cielo aperto. Un fenomeno che per fortuna tende a diminuire anche per l’intensificarsi dei controlli e delle varie azioni di contrasto.

Share Button