FONTANA LIRI – Come evitare truffe e furti. I suggerimenti dei Carabinieri

FONTANA LIRI – “Progetto sicurezza” il filo conduttore di un convegno promosso dalla professoressa Antonina Capozio, presidente del Centro anziani, in collaborazione con le forze dell’ordine. L’interessante incontro si è svolto nella sala conferenze della struttura di via Fiume. Relatore il tenente Marco Cianfarano, comandante nucleo operativo radiomobile carabinieri di Sora, e il maresciallo Domenico Bos, responsabile del presidio di Fontana Liri. I lavori dell’incontro hanno riguardato i vari tipi di truffa ai danni delle persone anziane e sono stati introdotti da Ferdinando Matarese, presidente provinciale dell’associazione nazionale Centri sociali. In platea, tra i presenti, Aldo Di Stasio, tesoriere provinciale dei Centri anziani, i presidenti della Pro Loco Marina Veglianti, del Centro studi “Marcello Mastroianni” Santina Pistilli, dell’associazione “Il Castello” Eloisa Iafrate, ma, soprattutto, molti cittadini.
Il tenente Cianfarano e il maresciallo Bos hanno elencato i vari sistemi di truffe e raggiri, un quadro preoccupante che desta un vero allarme sociale. Il più delle volte i malviventi ben vestiti, parlantina sciolta, si presentano come amici di famiglia. Bisogna diffidare sempre di individui che dichiarano di conoscere membri del nucleo familiare. In ogni caso chiamare subito i carabinieri. Attenti alle truffe online. Sul computer appaiono comunicazioni “strane” provenienti da Enel, Poste Italiane, Inps, Asl o Acea. In questi casi è buona norma, diffidare e cancellare subito le informazioni fraudolente. Per i furti in casa, oltre i tradizionali impianti di sicurezza (antifurto, telecamere e porte blindate), il suggerimento è di non dare mai l’impressione di un’abitazione senza alcuna presenza. Per esempio, di notte, è bene lasciare una lampada accesa e di giorno non fidarsi dei venditori ambulanti. Per ogni minima evenienza, comunque, è sempre attivo il numero 112.

Share Button