Memorial De Santis, per gli Allievi è tempo di semifinali ad Arce

ARCE – CALCIO GIOVANILE – Per il 37° trofeo di calcio in notturna, riservato alla categoria Allievi (nati dal 1° gennaio 2001) è tempo di semifinali
La manifestazione, intitolata alla memoria di “Lino De Santis”, rappresenta il fiore all’occhiello del “Milan Club” che organizza con la solita cura l’appuntamento con il calcio giovanile provinciale. Con la regia del presidente del Milan Club Franco Corsetti e la collaborazione del fattivo Patrizio Esposito, la kermesse ospita, infatti, le migliori scuole del settore.
Sei le formazioni partecipanti suddivise in due raggruppamenti: girone A: ASD Frusino, FC Colli – La Lucca, ASD Cassini Calcio 1924; girone B: USD Arce 1932, ASD Casamari Veroli, ASD Pro Calcio Isola Liri.
Tutti gli incontri disputati (alle ore 21) alla luce dei riflettori. Dopo le avvincenti fasi eliminatorie, per il girone A approdate alle semifinali le squadre di Colli – La Lucca e Cassino Calcio 1924, mentre per il girone B si sono classificate le formazioni Pro Calcio Isola Liri e Arce 1932.
La prima semifinale è in programma martedì 29 maggio (ore 21) tra Cassino 1924 e Arce 1932, mercoledì 30 maggio (ore 21) si sfideranno, invece,  Pro Calcio Isola Liri e Colli – La Lucca. L’attesa finalissima è in agenda per sabato 3 giugno, con inizio alle 20,30. Prima dell’incontro finale è prevista un’emozionante cerimonia sul campo in ricordo del compianto Lino De Santis, promessa del calcio arcese, giovane scomparso all’età di diciassette anni a seguito di un tragico incidente stradale.
Alla cerimonia di premiazione, presenti tra gli altri, oltre all’intero staff del Milan Club, Pierino Tagliaferri presidente provinciale FIGC, Roberto Simonelli sindaco di Arce, Gianfranco Germani assessore allo sport e molte personalità del mondo calcistico. In palio ricchi premi, oltre al trofeo per la squadra vincitrice, da consegnare la Coppa Disciplina “Aldo Cedrone”. Saranno premiati poi, la migliore “ala sinistra”, il miglior portiere, il capocannoniere e il giocatore più promettente.
Ancora una volta il torneo “Lino De Santis” diventa un vero palcoscenico che calamita l’attenzione di allenatori, tecnici, dirigenti di società sportive, tutti alla ricerca del campione di domani.

Share Button