FONTANA LIRI – Alghe putrefatte sul lago Solfatara. La puzza aumenta sempre di più

FONTANA LIRI – In questi giorni, un insopportabile cattivo odore si è diffuso nell’area circostante il laghetto Solfatara. Il fetore è riconducibile (quasi sicuramente) all’eccessivo caldo che provoca un processo di putrefazione delle alghe stagnanti che affiorano a pelo d’acqua. Quanti sostano nel parco, avvertono la puzza che diventa, per le eccessive temperature, ancora più insopportabile. Il sindaco Gianpio Sarracco, informato, ha predisposto un primo accertamento tramite l’ufficio tecnico.
Quale sarebbe il rimedio più immediato? Intanto la richiesta di un sopralluogo dell’Arpa per sapere se la puzza proviene o meno dalla fermentazione delle alghe. In via subordinata un provvedimento di sicura efficacia sarebbe l’utilizzo di un’imbarcazione per spingere le alghe al largo e farle scorrere verso il fiume, evitando così la fermentazione. Atteso che nello specchio d’acqua non esistono scarichi, quindi, la frantumazione sarebbe un rimedio utile. Intanto la Protezione civile S. Barbara, per interessamento del responsabile architetto Vittorio Casciano, segue da vicino il problema. L’attuale situazione richiede un tempestivo intervento, anche per la tranquilla serenità degli ospiti e, in particolare, dei tanti bambini che frequentano il parco giochi.

Share Button