FONTANA LIRI – Quadrini: “Sul Propellenti intervenga il Governo”

FONTANA LIRI – Sul caso Propellenti di Fontana Liri, già sollevato più volte dai sindacati, torna a parlare il consigliere provinciale coordinatore di Noi con l’Italia e presidente della XV Comunità Montana Valle del Liri Gianluca Quadrini che già mesi fa si era interessato personalmente sulla questione.
Quadrini raccoglie le preoccupazioni dei dipendenti: «L’azienda fontanese è a rischio chiusura e questo ci preoccupa notevolmente – dice il presidente -. Nonostante nell’ultimo biennio si siano effettuati alcuni costosi investimenti e altrettanti sono in programma nei prossimi mesi, la situazione appare difficilissima e senza via di uscita. La ripresa della lavorazione è incerta e si paventa sempre più una sicura chiusura. Questo non possiamo tollerarlo, né tantomeno il nostro territorio già schiacciato da una pesante crisi è in condizioni di subire un nuovo colpo economico così grave».
Quadrini continua: «Sappiamo bene quali sono le potenzialità dello stabilimento che più volte abbiamo evidenziato e qual è il valore rappresentato dai giovani che sono stati formati nel tempo, seppure assunti senza un contratto di tipo stabile. E’ necessario che la politica del territorio faccia sentire la propria voce a sostegno del Propellenti e chiedo che lo Stato intervenga in tempi rapidi per trovare una soluzione impedendo la chiusura dell’azienda. Il fatto che il piano di gestione pluriennale affidato all’Agenzie Industrie Difesa non sia stato in grado di assicurare la continuità produttiva e temporeggi su scelte strategiche vitali per l’azienda è di certo, secondo Quadrini, uno dei fattori da rivedere assolutamente».

Share Button