FONTANA LIRI – Prevenzione incendi. Vietato bruciare arbusti e foglie

FONTANA LIRI – Sempre più di frequente, specie nel periodo estivo, si bruciano residui vegetali come foglie, arbusti secchi e avanzi di potature, provocando (spesso) il pericolo d’incendio. Tra l’altro si danno alle fiamme anche rifiuti di plastica, metalli e simili che, tra l’altro rappresentano un serio pericolo anche per la salute pubblica. Per disciplinare la materia il sindaco Gianpio Sarracco ha firmato l’ordinanza in cui si precisa che la combustione controllata, e con le dovute precauzioni, deve essere effettuata dalle 6 alle 10 nel periodo dal 1 ottobre al 31 dicembre di ogni anno.
Fatte salve, comunque, le altre disposizioni relative all’inquinamento ambientale per evitare pericolo e disturbo alla cittadinanza. Si ordina poi la costante vigilanza del controllore del fuoco. Si deve quindi rispettare un distanza non inferiore a 200 metri dalle abitazioni, vie pubbliche e strade ferrate. In ogni caso dal 15 giugno al 30 settembre, di ogni anno, è il periodo di massimo rischio per gli incendi boschivi e pertanto la combustione dei residui vegetali è sempre vietata. Nell’ordinanza si precisa che, in caso di procurato incendio, ai responsabili sarà applicata una sanzione che va da euro 1.032,00 a 10.329,00. Naturalmente per l’osservanza del divieto sono state allertate la polizia locale e le forze dell’ordine.

Share Button