SPORT/BASKET – Sergio Longo, 40 anni d’amore per il Basket Cassino

CASSINO – Questa è la storia di un grande imprenditore, di un grande uomo, di un grande appassionato di basket. Sergio Longo continua imperterrito nel suo cammino intrapreso negli anni 70 quando da semplice appassionato ha cominciato a costruire una realtà che si è consolidata nel tempo, collezionando successi incredibili che lo hanno reso uno dei più importanti personaggi del basket regionale e nazionale. Nella stagione sportiva oramai alle porte insieme al suo fido ” allievo” Dino Pagano è pronto ad affrontare l’ennesima sfida che come lui stesso afferma ha l’ unico obiettivo di valorizzare i giovani cassinati da condurre per mano per essere protagonisti nello sport ma soprattutto nella vita. nel roster della prima squadra composta anche questa stagione da molti under provenienti dal vivaio del Basket Cassino.
Sergio, schivo e di poche parole ci ha rilasciato queste dichiarazioni il giorno del primo allenamento nella casa del Basket Longo e Pagano: «Sono passati 40 anni, ci sono enormi differenze tra il basket di allora e quello di oggi; noi come sempre puntiamo a far crescere il nostro settore giovanile, questa è la nostra missione. Abbiamo dato lustro alla nostra società partecipando per diversi anni al campionato di serie B, ma ora il nostro unico obiettivo è quello di valorizzare i giovani facendoli giocare nella prima squadra. Il mio impegno negli anni non mi ha procurato benefici economici, ma enormi soddisfazioni nel vedere i ragazzi di allora tra cui Dino, Luigi Pagano, Guido Gaveglia, Gianni Fionda crescere e portare in alto il nome del Basket Cassino. Da giovane ho praticato molti sport tra cui la pallacanestro, la pallavolo, l’atletica e salto in alto; poi questi ragazzi mi hanno coinvolto in prima persona ed ho cominciato il mio cammino nel campionato di promozione addirittura allestendo anche una formazione femminile (il movimento a quei tempi era molto fervido). Anche nello sport ho voluto portare un mentalità imprenditoriale per fare le cose bene con serietà e professionalità. All’epoca ho ristrutturato molte palestre delle scuole in città, per renderle fruibili a tanti studenti; nel palazzetto addirittura abitavano degli zingari ed io l’ho sistemato per dare una casa a questo sport. Il mio cammino è partito dal campionato di serie D con tutti ragazzi del posto fino ad arrivare al secondo campionato italiano di allora, la serie B. Nei periodi importanti e quando ero più giovane la mia partecipazione era totale anche troppo forse, sentivo le partite in maniera esponenziale ora un po’ meno ma i tempi sono cambiati, comunque non la mia passione e il mio impegno e quello della mia famiglia per continuare a dare la possibilità a tanti giovani di diventare protagonisti in questa formazione per essere protagonisti nella propria città. Il mio rapporto con Dino Pagano è stato sempre splendido, mai un litigio, lui è come un figlio per me, insieme abbiamo costruito la casa del basket qui allo sporting club, con la stretta collaborazione della famiglia Monfreda. anche per questa stagione e per le prossime la nostra missione sarà quella di far giocare e crescere i giovani di Cassino. Da questa stagione abbiamo deciso di cambiare il nome della società, si torna alle origini al BASKET CASSINO e i colori saranno quelli della città martire, bianco azzurro».
Piacevole la chiacchierata perché parlare di basket con Sergio Longo è veramente entusiasmante e anche divertente per tutti gli aneddoti che ci ha raccontato; e allora grazie Sergio da tutta la famiglia del Basket Cassino.

Share Button