SPORT/BASKET – Basket Cassino, parla il Coach Luigi Pagano

CASSINO – Vista l’imprevista sosta forzata causata dalle avverse condizioni che potevano mettere a repentaglio lo stato del parquet della Casa de Basket, abbiamo approfittato per rivolgere alcune domande al capo allenatore Luigi Pagano, il quale ci ha parlato di questo inizio campionato e del nuovo acquisto in casa azzurra.

Coach che inizio di stagione è stato fin qui per la prima stagione nella serie C Silver?
“ Abbiamo avuto delle difficoltà concrete all’inizio di questo primo campionato nella serie C silver, tanti i problemi, soprattutto quello di non essere riusciti ad ingaggiare un lungo che onestamente ci serviva.
A questo problema poi si sono aggiunte le due defezioni importanti, per motivi di studio, di un paio di giocatori che lo scorso campionato ci hanno dato una mano importante, Coletta e D’Annolfo e l’infortunio serio di Comarca proprio a inizio campionato , cose che mi hanno lasciato a disposizione una panchina cortissima”.

Ancora zero nella casella punti conquistati ma la consapevolezza dall’esterno che la squadra ha lottato in ogni gara senza esclusione di colpi e mai tirandosi indietro, come le ha analizzate a mente fredda?
“Tre sconfitte, di cui due fuori casa ben figurando con due delle tre squadre più forti del girone, Stelle Marine e Virtus Pontina (l’altra è Vigna Pia) e un’interna con Roma Eur, squadra questa alla nostra portata, e vittoria buttata al vento per eccessivo nervosismo”.

Quali sono le sue reali aspirazioni per questa prima stagione in C Silver?
“Aspettativa dichiarata è la salvezza, possibilmente senza ricorrere alla lotteria play-out, quindi puntiamo ad arrivare tra le prime otto squadre che ci consentirebbe di disputare invece i play-off, ma questa è tutta un’altra storia che scopriremo tra diversi mesi”.

La società si sta muovendo per rafforzarsi; è di pochi giorni fa l’annuncio del primo rinforzo stagionale per il suo roster, Aleksandar Shajkarov giocatore macedone con passaporto bulgaro, giovane di belle speranze; per lui le prime parole vengono anche dal direttore tecnico Guido Gaveglia che ha curato personalmente tutta la trattativa per l’ingaggio. Gaveglia ha affermato: “ Il ragazzo dopo averlo avuto con noi per qualche giorno, ci ha convinto che ci si possa contare per la stagione in corso. E’ un giocatore atletico con buona conoscenza dei fondamentali. L’impressione è che sia anche un ragazzo serio. Sarà utile alla causa, garantirà quella continuità al nostro gioco soprattutto per tutti e quattro i tempi”.

Lei coach che lo sta allenando che impressione ha avuto?
“Aleksandar è un giocatore molto duttile e motivatissimo, la mia personale sensazione è che potrà essere molto utile, sicuramente per migliorare le rotazioni offensive, ma anche per alzare l’asticella dell’intensità difensiva. S’integrerà con i senior e potrebbe essere un punto di riferimento per i nostri under. A proposito di under mi aspetto molto da loro, i nostri giovanissimi atleti del 2001 e del 2002 possono e devono dare qualche minuto di qualità a tutto il gruppo, indispensabile per far rifiatare il quintetto”.

 

 

Marketing e Comunicazione

Share Button