ARCE – Profumo di Onu al Premio internazionale per la pace

ARCE – Un grande valore aggiunto quest’anno per la terza edizione del Premio letterario internazionale “Città di Arce”, organizzato dall’associazione culturale Arcanum et Fregellae.
Dopo aver coinvolto nelle scorse edizioni partecipanti da tutto il mondo, quest’anno l’evento si fa testimone di un messaggio di concordia coinvolgendo l’Università internazionale della pace, riconosciuta come osservatore dell’Assemblea generale dell’Onu, che dal 1980 promuove i valori della comprensione, della tolleranza e della pacifica coesistenza. Una missione che ora caratterizzerà anche la nuova edizione del premio visto che tra gli invitati alla cerimonia di premiazione ci sarà Giovanni Cara, presidente della sede italiana dell’UniPeace.
La giuria sta valutando oltre duecento opere giunte da tutto il mondo per le categorie narrativa, racconto breve e, per la prima volta, poesia per la pace.
«Un’autentica novità – ribadisce Massimo De Santis, poeta e infaticabile promotore dell’evento – che ha dato davvero nuovo slancio al premio, rivelatosi in poco più di tre anni l’arena ideale a cui molti scrittori ormai fanno riferimento per cimentarsi in una competizione accreditata e di spessore».
L’appuntamento è fissato per il 24 e il 25 novembre, giorno della premiazione, presso il museo Gente di Ciociaria di Arce.

Share Button