FONTANA LIRI – Termosifoni rotti alla scuola media. Guasto riparato: si torna in aula

FONTANA LIRI – Supplemento di vacanza per gli alunni della secondaria di primo grado e della classe quinta. Dopo cinque giorni, a causa del difettoso funzionamento della caldaia che regola l’impianto di riscaldamento, l’edificio scolastico in via Nicola Parravano è stato chiuso per ordinanza del sindaco Gianpio Sarracco.
Il primo cenno di complicazione è avvenuto venerdì scorso quando è andata in tilt la scheda di regolazione. Si pensava a una soluzione rapida, invece non è stato possibile recuperare l’elemento danneggiato e, pertanto, cancelli chiusi e stop all’attività scolastica.
Sul caso interviene Marco Di Rienzo, presidente del consiglio d’istituto comprensivo di Arpino, Santopadre, Fontana Liri e rappresentante dei genitori: «E’ paradossale quanto avvenuto. Al di là del fattore puramente tecnico, è assurdo che un semplice guasto possa causare la chiusura dell’intero plesso scolastico e l’interruzione dell’attività didattica».
Sulla stessa lunghezza d’onda i genitori che lavorano e che hanno dovuto lasciare i figli a casa, magari soli. Evidenti i disagi anche per gli insegnanti e il personale non docente. Del resto, con la velocità dei mezzi attuali, non si giustifica, dopo cinque giorni, il mancato arrivo di un accessorio difettoso.
Intanto arriva, comunque, una confortante notizia dal consigliere comunale Gianfranco Rauso, che in nome del delegato alla pubblica istruzione, comunica che da questa mattina gli alunni riprenderanno regolarmente le lezioni, con ambienti già riscaldati.

Share Button