ARCE – “Reddito di cittadinanza”: Un convegno per chiarire aspetti normativi della nuova misura di sostegno.

Il Presidente Gianluca Quadrini

ARCE – “Il Reddito di Cittadinanza aspetti normativi e sanzionatori: cos’è, come funziona, chi ne ha diritto”: questo il titolo di un interessante convegno, organizzato in vista dell’entrata in vigore della misura di sostegno al reddito di cittadinanza, dal Caf Uil in collaborazione con la XV Comunità Montana Valle del Liri e la Fondazione Marco Tullio Cicerone che si terrà mercoledì 27 febbraio 2019 alle ore 9,30 presso la sala conferenze dell’ente montano in via Borgo Murata 34/b ad Arce. Interverranno il Colonnello Alessandro Gallozzi Comandante provinciale della Guardia Di Finanza di Frosinone, Giorgio Carra Segretario nazionale Uila Caf Uil, Luca Neccia Direttore area Flussi Telematici Inps di Frosinone, Gabriele Radice responsabile Settore ammortizzatori sociali Inps di Frosinone, Stefano Federico Direttore Provinciale Poste Italiane Frosinone e presiederà Gianluca Quadrini Presidente della XV Comunità Montana, nonché Consigliere della Provincia di Frosinone.
«Come ente montano intermedio, che entra nel sociale al fine di contribuire a dare supporto alla propria cittadinanza per individuare una forma alternativa di sussistenza appunto a chi ha reddito basso, ci siamo impegnati nell’organizzazione di una manifestazione che nasce dall’esigenza di chiarire alcuni aspetti sul reddito di cittadinanza, considerata la particolare complessità strutturale dello stesso e del risvolto sanzionatorio – spiega il presidente Gianluca Quadrini -. In particolare le modalità operative, come funziona, chi sono le persone coinvolte, quali le tempistiche e la collaborazione tra enti che mettono a disposizione tale misura.
Abbiamo individuato, nel Convegno, una metodologia aperta per mettere al corrente sia gli operatori sociali Caf ,Patronati, Servizi sociali dei 19 comuni del circuito montano, sia tutti gli abitanti, ma anche per mettere in relazione le istituzioni stesse affinché possano dialogare al meglio. Non a caso, infatti, avremo la presenza di rappresentanti di Poste italiane, del Sindacato, dell’Inps e della Gdf».
Finalità ultima del convegno è proprio mettere in evidenza il ruolo della Comunità Montana e di chi la amministra, del suo presidente che si mette a disposizione della comunità tutta per apportare al territorio quelle migliorie di cui oggi, più che mai, necessità.

Share Button