FONTANA LIRI – Ex mulino, ancora tempo per il recupero

FONTANA LIRI – In assenza, per motivi di salute, del presidente Sergio Proia, è stato il sindaco Gianpio Sarracco a illustrare i lavori del consiglio comunale.
Al momento di approvare i verbali della seduta precedente, il consigliere di minoranza Battista ha deplorato la mancata risposta a un quesito riguardante il documento unico di programmazione, laddove, negli atti contabili, si riscontrano importi contrastanti tra le cifre approvate dalla maggioranza e quelle presentate dal Revisore dei Conti. Nello specifico il consigliere ha richiesto risposta scritta. Nel frattempo ha votato contro la convalida dei verbali, unitamente agli altri membri di opposizione, Iafrate e Bianchi. A seguire il punto in esame: “Autorizzazione alla stipula dell’atto di transazione nel procedimento civile promosso dal Comune nei confronti della società Euro Costruzione e dei professionisti ingegner Catia Bianchi e architetto Gianfranco Cautilli”.
Il sindaco ha ripercorso l’iter di una lunga e travagliata vicenda attinente i lavori di consolidamento e restauro dell’ex mulino di via Nicola Parravano. Dopo aver chiamato in causa l’impresa e i tecnici che hanno redatto il progetto, il Comune nel 2012 ha intrapreso una causa per contestare i lavori realizzati. Atteso che per il recupero totale della struttura occorrono circa 300.000 euro, la ditta e i tecnici sarebbero disposti a finanziare i lavori per un importo di euro 141.000. Il Comune, invece, dovrebbe intervenire pe 20.000 euro. La parte restante di spesa, secondo il primo cittadino, costituirà un bando-concorso per lo sfruttamento e la gestione del complesso. Sulla possibilità di accordo, però, esiste un disguido del Revisore dei Conti, soprattutto sulle cifre della transazione. Il sindaco ha chiesto il rinvio del punto.

Share Button