FONTANA LIRI – Giovani Pd, Di Ruzza sprona Sarracco. Il vicepresidente del circolo traccia un bilancio dell’attività in chiaroscuro

FONTANA LIRI – Tra obiettivi raggiunti e risultati ancora da centrare Christian Di Ruzza, vicepresidente del locale circolo Pd e responsabile dei giovani democratici, traccia un bilancio sull’operato del Comune guidato dal sindaco Gianpio Sarracco. «Quando manca un anno e mezzo alla fine del mandato – scrive Di Ruzza – i tagli ai trasferimenti statali, il peso dei mutui, i pensionamenti di personale, hanno rappresentato delle obiettive difficoltà di gestione, anche se l’abbinamento tra sacrifici e buon governo alla fine paga.
Tra i meriti dell’attuale amministrazione la raccolta differenziata arrivata al 67%, il regolamento per le manutenzioni volontarie, l’apertura al pubblico del Castello Succorte, la sinergia con Acea con l’efficienza della rete idrica.
Inoltre il finanziamento di 369.000 euro per la nuova caserma dei carabinieri, 150.000 euro per tre mini isole ecologiche, 300.000 euro per l’ammodernamento della scuola media».
Di Ruzza auspica poi che vada in porto il sospirato completamento del pallone tensostatico.
«Noi giovani però non possiamo accontentarci – continua Di Ruzza -. L’obiettivo, infatti, è realizzare compiutamente il programma presentato nel 2015. Tanto è stato fatto ma tanto c’è ancora da fare. Prima di entrare nel caos della lotta elettorale nei prossimi mesi, apriremo una discussione con il sindaco Sarracco sulla biblioteca comunale, sul bilancio partecipato e sul forum delle contrade, sperando nel coinvolgimento della nostra generazione».
Una lucida disamina dell’attuale situazione amministrativa seppure in chiaroscuro, che annuncia, con largo anticipo, la campagna elettorale.

Share Button