ARCE – Bollette del consorzio. La Simone in trincea

ARCE – Le bollette del consorzio di bonifica “Valle del Liri” che in questi giorni vengono recapitate anche a molti cittadini arcesi fanno trasalire Sara Simone, presidente dell’assise comunale e candidata a sindaco.
«Questa situazione rappresenta l’ennesima ingiustizia che colpisce gli abitanti del territorio e in particolare del mio paese – dice la Simone -. Bisogna agire subito per fare chiarezza su quanto sta accadendo. Non è accettabile che questi pagamenti debbano essere sostenuti da cittadini residenti in zone urbane e su proprietari di fabbricati, da sempre esclusi dal pagamento della quota, ma addirittura da cittadini che non hanno mai usufruito di alcun servizio da parte del consorzio».
La Simone confuta la versione del “Valle del Liri” sull’obbligo di pagamento.
«Il principio secondo cui il tributo è dovuto da tutti i proprietari di terreni e fabbricati che si trovano nel territorio gestito da un consorzio di bonifica è stato ribaltato da una recente sentenza del Consiglio di Stato dell’ottobre scorso. Una decisione che apre uno spiraglio per la tutela dei cittadini costretti a pagare un servizio che non c’è. Mi mobiliterò con una raccolta di firme e, come presidente del consiglio comunale, chiederò una seduta dedicata a questo caso».

Share Button