ROCCA D’ARCE – Sorpresi dai carabinieri a rubare legna. Arrestati in quattro

ROCCADARCE – Arrestati e posti ai domiciliari quattro giovani ladri di legna. Nella notte tra martedì e mercoledì i carabinieri della locale stazione, nell’ambito di un servizio perlustrativo finalizzato alla repressione dei reati predatori, hanno arrestato quattro persone del luogo: un trentatreenne già censito per reati contro il patrimonio, un trentenne, un ventinovenne e un ventunenne. Gli ultimi tre incensurati, poiché resisi responsabili del reato di “furto aggravato in concorso”. I carabinieri nella tarda serata di martedì, transitando nella località “Ponte proibito”, giunti all’altezza della macchia boschiva, ricadente nel comune di Rocca D’Arce, sono stati attirati dal rumore di motoseghe e da luci in movimento.
I militari sono così intervenuti e scendendo dalla “gazzella” hanno raggiunto il luogo dove si stava perpetrando il reato. I carabinieri hanno constatato che i quattro giovani, ben equipaggiati di specifica attrezzatura e di autocarro, erano intenti a tagliare abusivamente alberi di alto fusto di proprietà.
I quattro erano, infatti, abusivamente sul terreno di un imprenditore di Ceprano. Il sessantatreenne, venuto a conoscenza dei fatti, ha formalizzato la relativa denuncia. I militari hanno posto sotto sequestro l’autocarro e l’attrezzatura, riconsegnando all’imprenditore, proprietario del bene, il legname. Al termine delle formalità di rito, gli arrestati sono stati posti ai domiciliari a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Share Button