ELEZIONI 2019/ROCCA D’ARCE – Una lista esclusa e un’altra sub judice pronta a rientrare

ROCCA D’ARCE – È corsa a due, al momento, per la poltrona di sindaco del comune di Rocca d’Arce.
Dopo l’esclusione della lista che vedeva candidato a sindaco Mario Benito Stingone, la lista del candidato Daniele Bramante è attualmente “sub judice” in quanto la commissione elettorale di Arce non ha accettato il simbolo ritenuto “facilmente confondibile con contrassegni notoriamente già usati da altri partiti o raggruppamenti politici, e presentato da persone non autorizzate articolo 2 DPR 132/92”. La lista dovrà ripresentare il simbolo.
Al momento, dunque, sono “abili e arruolate” per i confronto elettorale due liste: “La Rocca: Ieri, Oggi e Domani” del candidato Rita Colafrancesco, espressione della maggioranza uscente e composta dai candidati alla carica di consigliere Arcese Arduino, Calcagni Rocco, Di Folco Giovanni, Di Folco Marilena, Di Folco Patrizio, Fraioli Antonio detto Eugenio, Lancia Bernardo, Mollicone Bernardo, Pantanella Rocco e Testa Gaetano detto Nino; l’altra è “Rocca d’Arce, Progetto Comune” del candidato Antonello Quaglieri, leader dell’attuale opposizione e composta dai candidati consiglieri: Capuano Bernardino detto Dino, Conti Antonio, De Sivo Giuseppe, Di Folco Tiziana, Di Pinto Mariagrazia, Gasperetti Adriano, Gemma Donato, Lancia Mario, Liburdi Biagio e Tibello Paolo.

Share Button