ARCE – Produzione e commercializzazione prodotti apicoltura. La XV Comunità Montana Valle del Liri tra i primi in graduatoria nel finanziamento regionale.

ARCE – La concessione di un finanziamento per un programma finalizzato al miglioramento della produzione e commercializzazione dei prodotti dell’apicoltura è quello ottenuto dalla XV Comunità Montana Valle del Liri di Arce che è risultata tra i primi nella graduatoria regionale. Al fine di migliorare le competenze professionali degli apicoltori e conseguentemente il livello qualitativo della produzione apistica è prevista l’attuazione di corsi di formazione e corsi tecno-pratici di aggiornamento da parte della direzione agricoltura area produzione agricole e zootecniche e strumenti di sviluppo locale.
L’ente montano da sempre ha riconosciuto l’importanza del settore dell’apicultura. L’attività apistica è un modello di sfruttamento agricolo non distruttivo, con un impatto ambientale praticamente nullo, cosa che rende l’apicoltura attività agricola di elezione per le aree marginali e le zone protette. Inoltre la presenza stessa delle api è indice di una corretta gestione del territorio, rilevando l’esistenza delle condizioni minime di sopravvivenza anche per altre forme biologiche.Inoltre, sul piano socio – culturale, l’esercizio dell’apicoltura è portatore di valenze storiche e tradizionali che possono rappresentare un importante elemento per mantenere viva l’identità territoriale e rafforzare il tessuto sociale nelle zone rurali o economicamente svantaggiate.
Soddisfazione da parte del presidente Gianluca Quadrini che dichiara: «La XV Comunità Montana attiva, promuove ed incoraggia ogni azione, utile e valida per la difesa, la protezione e l’incremento dell’apicoltura locale e dei suoi prodotti. L’apicoltura è considerata a tutti gli effetti attività imprenditoriale agricola, anche se non correlata necessariamente alla gestione del terreno. L’obiettivo è di sostenere un settore particolarmente importante sia per l’agricoltura territoriale, che per l’ambiente, in quanto le api hanno un ruolo decisivo nel mantenimento della biodiversità».
La formazione di privati partirà dunque, ad Arce il 14 maggio prossimo e prevede sia un corso di formazione sia un seminario.

Share Button