ELEZIONI 2019/ARCE – La Lista 2 “Arce + Forte” con la candidata sindaco Maria Lucia Forte si presenta: «Con noi vince il paese. Novità competenza entusiasmo ed onestà. E’ il mix vincente»

ARCE – Idee chiare scandite in un programma tanto ambizioso quanto realistico.
Niente utopie e tanta energia da parte di un gruppo di candidati che coniuga in un “non scontato” clima di rispetto reciproco e condivisione, la giusta dose di “nuovo” e il necessario apporto di “esperienza”. E poi tanto entusiasmo.
Tutto ciò in una Lista che si candida a rappresentare tutti i cittadini di Arce grazie ad una coalizione trasversale che si fa portavoce di bisogni, opportunità e doveri diversi. Tutto ciò in una compagine formata da diverse categorie sociali accumunate dall’onestà e dalla voglia di costruire.
Parliamo della Lista ARCE+FORTE con candidato a sindaco Maria Lucia Forte.
“Arce é oggi più forte. E Arce sarà domani più forte, con noi”.
Questo è stato lo slogan che ha chiuso l’intervento di tutti i candidati della lista “Arce + Forte”, che ha presentato il proprio programma per l’amministrazione del paese, domenica scorsa, presso il Museo Gente di Ciociaria.
“Arce + Forte” rivendica l’esperienza di buona amministrazione della Giunta Simonelli e confida nel risanamento conseguito come nel giusto viatico su cui costruire un programma di sviluppo per Arce.
Forte, anzi, fortissima é sicuramente stata la presenza dei cittadini arcesi alla manifestazione.
Il Museo Gente di Ciociaria e tutta la zona antistante erano stracolmi di persone spinte sicuramente anche dalla curiosità verso una compagine nuova e diversa nei componenti, nel programma e nel metodo.
Forte anche l’impatto della squadra, un gruppo di giovani, quasi tutti alla prima esperienza, che con determinazione, passione e competenza si candida ad essere la futura classe dirigente del paese.

«La più grande sono io che ho 53 anni – ha detto il candidato a Sindaco Maria Lucia Forte – ma non si tratta di una banale retorica giovanilista. L’età – ha spiegato Maria Lucia Forte – è un punto di forza quando, come per questa squadra, consente di coniugare energia, mente aperta a competenze maturate in una vita professionale ricca di esperienze. Soprattutto – ha aggiunto – se l’alternativa è una compagine vecchia nelle facce, nella idea di politica e nei metodi»

L’evento di domenica scorsa è stato aperto dal Sindaco uscente Roberto Simonelli che con emozione ma anche con determinazione ha rivendicato la sua appartenenza alla Lista ma anche il suo passo indietro rispetto alla candidatura a consigliere perché «tutte le cose hanno un tempo e c’è un tempo per tutte le cose e io, a differenza di altri, so capire quando é il momento di fare un passo indietro».
Roberto Simonelli ha inoltre rivendicato come lungimirante e non familistica la scelta del candidato sindaco, sua moglie.
«L’indicazione di Maria Lucia – ha spiegato Roberto Simonelli – è venuta da altri, che l’hanno conosciuta per la sua capacità di smuovere le montagne e di trarre il meglio dai giovani». «E la forza di questo valore aggiunto – ha incalzato Simonelli – e del connesso progetto di cambiamento non potesse essere svilita da un pregiudizio»
«Se si tratta – ha spiegato Maria Lucia Forte tornando sul tema – come dicono, di passaggio di potere in famiglia, si tratta del potere come verbo, come possibilità di fare, di fare per il bene del paese. Quello che passa in realtà – ha insistito la Forte – è un testimone che io utilizzerò per traghettare questa squadra nella costruzione di una idea di domani».
«La nostra forza – ha aggiunto ancora Maria Lucia Forte, guardando i componenti della sua Lista – sarà nelle loro facce, nelle loro idee, nella loro capacità di renderle concrete. Il nostro obiettivo – ha continuato – sarà lo sviluppo del paese, il nostro metodo la sostenibilità. Non succederà più che i progetti irrealizzati di qualcuno siano pagati dalle generazioni successive».

«La nostra comunità – ha incalzato caustica la Forte – deve restituire 800.000 euro per un’opera incompiuta, uno scheletro che troneggia al centro del paese, e che non poteva essere realizzato».

 La Forte, con determinazione ha aggiunto poi: «sarebbe il caso che il candidato a sindaco della Lista numero 1, che ha l’esclusiva responsabilità della sua realizzazione se ne assumesse anche il costo».

A partire da queste premesse Maria lucia Forte ha lanciato il programma della lista, riassumendolo in uno slogan:

Arce SiCura.

«Arce Sicura – ha detto nel suo intervento – perché messa in sicurezza, nelle strade, negli edifici pubblici, nella pubblica illuminazione. Arce si cura, perché cura la propria salute, il proprio ambiente, il proprio benessere sociale e perché è inclusiva e attenta agli ultimi. Con noi – ha affermato con forza – gli ultimi saranno sempre meno e sempre meno ultimi. Arce si cura! – ha concluso la Forte – come monito ad una amministrazione che deve avere la cura della propria comunità come unica ragione d’essere».

Intanto sono anche cominciati gli incontri organizzati dalla lista nel corso della settimana nelle diverse contrade arcesi, Collemezzo, Valle-Stazione, Colleolivo, Frassi, Marzi e sabato sera a Piazza Sant’Agostino.
«Ogni incontro – dicono i candidati della Lista Arce + Forte – è stato dedicato alla costruzione di quel rapporto di fiducia con le persone, nella nostra ottica persone e non esclusivamente cittadini votanti, fatto innanzitutto di presenza e capacità di ascolto».
Del resto lo stesso programma è stato presentato come aperto ai contributi costruttivi di tutti.

Maria Lucia Forte ha anche sottolineato che negli incontri tutti i candidati si sono presentati manifestandosi per quello che sono: affascinanti perché sanno usare le parole ma diventano irresistibili perché loro sono quelli che la parola la mantengono.

Prossimo incontro in Piazza ad Isoletta domenica 12 alle 18, continueranno gli incontri nelle contrade nel corso della settimana, e domenica 19 mattina appuntamento per tutti nella piazza principale di Arce.

Arce è + Forte

Share Button