COLFELICE – La commemorazione. Una delegazione di veterani canadesi per ricordare l’uomo che “portò” la libertà

COLFELICE – Ricordare il soldato canadese che diede il “segnale” di liberazione ai colfelicesi nascosti sotto al ponte della ferrovia.
Una delegazione di veterani, del Royal Westminster Regiment e loro familiari – in questi giorni – è in visita nei luoghi del Cassinate che furono teatro della Seconda Guerra Mondiale per ricordare la dedizione e il sacrificio dei soldati canadesi che combatterono in Italia per la causa della Libertà, e in particolare, per tenere viva la memoria dei 900 soldati che, nella primavera del 1944, qui combatterono e morirono.
Sabato alle 14, la delegazione sarà a Colfelice per ricordare il soldato canadese George Dominick che il 26 maggio 1944 incontrò alcuni nostri concittadini ricoverati sotto il ponte della ferrovia Roma-Napoli, nella località Camponi, e diede loro il segnale della Liberazione.
Dopo la cerimonia in Comune, la delegazione si recherà presso il ponte della ferrovia e la cappellina di San Gaetanello per deporre una corona di fiori sulla lapide che ricorda l’evento.
Sarà presente anche l’ambasciatore del Canada in Italia, Alexandra Bugalliskis.

Share Button