ARCE – Servizio Civile Nazionale. XV Comunità Montana. Approvata la graduatoria per 20 volontari da impiegare nel progetto ‘Tradizioni montane: turismo e cultura’

ARCE – E’ stata approvata la graduatoria relativa ai progetti del Servizio Civile nazionale, di competenza regionale per l’anno 2019.  Per la XV Comunità Montana Valle del Liri di Arce 20 i posti a disposizione per volontari da impiegare nel progetto: ‘Tradizioni montane: turismo e cultura’.
Continua così l’impegno della XV Comunità Montana Valle del Liri per i giovani. Dopo i due progetti dello scorso anno dal titolo ‘Visitiamo: storia, cultura, tradizioni per un turismo sostenibile’ e l’altro, in coprogettazione con l’Ente Associazione Intercomunale Valle del Liri, dal titolo Ambientazione: cura e valorizzazione’ che ha visto protagonisti 20 ragazzi del territorio, arriva la seconda possibilità per coloro che intendono svolgere questo servizio volontario.
Soddisfazione è stata espressa dal presidente dell’ente montano ing. prof. Gianluca Quadrini che dichiara: «Un risultato eccezionale. Per il secondo anno consecutivo l’ente montano torna ad offrire ai giovani la possibilità di svolgere il servizio civile, assumendo l’impegno civico e volontario ed acquisendo al tempo stesso nuove competenze, spendibili sul mercato del lavoro. Senza dimenticare che si tratta di un’occasione di crescita e sviluppo importante. Quest’anno grazie ai ragazzi del servizio civile in forza presso l’ente montano, è stata riqualificata, infatti, l’area storica archeologica di Fregellae, in territorio di Arce, restituendola al suo splendore culturale e turistico».
Ciascun volontario selezionato sarà chiamato a sottoscrivere con il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile un contratto che fissa in € 433,80 l’assegno mensile per lo svolgimento del servizio. Al termine del Servizio al volontario verrà rilasciato dal Dipartimento un attestato di espletamento del servizio civile redatto sulla base dei dati forniti dall’Ente. Il Servizio civile volontario si svolge presso enti che abbiano presentato appositi progetti nei settori dell’ambiente, della cultura, dei servizi alla persona, della protezione civile, e che siano stati accreditati presso il ‘Registro nazionale provvisorio degli enti di Servizio civile o all’Albo regionale’.
Share Button