FONTANA LIRI – Accesso agli atti negato dal sindaco Venditti non ci sta e scrive al prefetto. Il portavoce di Fratelli d’Italia chiede un incontro ufficiale con Sarracco

FONTANA LIRI – Vittorio Venditti, portavoce cittadino di Fratelli d’Italia, non ci sta. Il no del sindaco alla sua richiesta
di accesso agli atti sul taglio degli alberi nella zona del vecchio mulino non gli va giù.  Una questione di trasparenza, sottolinea.
E scrive al prefetto Portelli informandolo di quanto accaduto.
«Ho chiesto di poter visionare l’autorizzazione del sindaco, la destinazione della legna ricavata dall’abbattimento e altri punti, ma il sindaco Sarracco mi ha negato l’accesso agli atti con parole ben precise: “lei non ha interesse diretto” nella vicenda. Rispettiamo la decisione con senso istituzionale, ma informiamo il sindaco dell’esistenza di una informativa ministeriale pubblicata dal Ministero per la Pubblica amministrazione il 5 luglio 2019 che recita: “L’accesso civico generalizzato è un istituto informativo di fondamentale importanza per il nostro Paese perché attribuisce a chiunque il diritto di accedere ai dati e ai documenti delle pubbliche amministrazioni, anche se non soggetti a obbligo di pubblicazione”».
Da qui il suo annuncio: «Chiederò al sindaco un incontro ufficiale come portavoce cittadino di partito. Inoltre, ho provveduto a far recapitare al prefetto di Frosinone una lettera dove spiego l’accaduto».

Share Button