SPORT/BASKET – Serie C Silver Femminile, esordio delle ragazze. Basket Cassino – Bull Basket 31-73

CASSINO – Una calorosa cornice di pubblico accoglie l’esordio assoluto delle nostre ragazze, che guidate dal capitano Grazia De Rosa, dopo anni di attesa costernati da sacrifici, realizzano il sogno di poter giocare un campionato, riqualificando il Basket femminile lì dove era mancato da anni, e riportando in auge un movimento che, anche ieri sera, ha ricevuto tutto l’affetto e il calore dei tifosi.
Ciò ha fatto sì che ne La Casa del Basket ieri sera si sia respirata aria di successo e ben ce ne vogliano il risultato e le avversarie molto più quotate delle nostre bianco-blu guidate da Coach Pagano, il quale quintetto iniziale annovera, a sostegno di capitan De Rosa, Nina Corsetti (11pt) e Caterina Santoro (4pt), due dei tre nuovi innesti per questa storica stagione che subito si sono inserite e stanno dimostrando di avere tutte le carte in regola per togliersi le maggiori soddisfazioni, Francesca Pagano (4pt), sarà lei a realizzare i primi due canestri di questo nuovo corso per il Basket femminile cassinate con due tiri dalla media ben calibrati, e Jessica Frau (10pt), ala di spinta e qualità autrice di una prestazione di livello, togliendosi anche lo sfizio, nell’ultimo quarto, di andare a stoppare per ben 2 volte le avversarie.
Le rotazioni effettuate poi da coach Pagano hanno visto entrare in campo tutte le altre componenti della squadra, a dimostrazione sempre di più di quanto sia unito e compatto questo gruppo.
A fine partita il punteggio premierà le avversarie, forti di maggior esperienza e dei loro meriti, ma le nostre ragazze hanno imparato a non darsi mai per vinte, a sudare la maglia e il pubblico ha notato e ovviamente apprezzato l’atteggiamento caloroso che le atlete sono state in grado di trasmettere a chiunque si fosse trovato ad assistere alla partita. Neanche i lunghi attimi di apprensione finali, che hanno avuto protagonista l’infortunio della nostra playmaker Raffaella Biondi (2pt) la quale fortunatamente non ha riscontrato nulla di grave, sono riusciti a rovinare l’aria di festa che si è respirata dal primo all’ultimo secondo.
L’ augurio per le nostra campionesse è quello di potersi continuare a divertire, continuare il percorso intrapreso senza dare mai per scontata la pelle e sudando fino all’ultima goccia di sudore ogni sacrificio fatto negli anni per far sì che ciò si realizzi.

 

Gianluca Riccardi

Share Button