ARCE – FONTANA LIRI – Ilaria Lai, per lei lacrime e dolore. Si sono svolti ieri i funerali della giovane che ha perso la vita un incidente mentre si recava alla messa di Natale. Tutto il paese si è fermato in segno di cordoglio

ARCE/FONTANA LIRI – Commozione e lacrime, per l’ultimo saluto a Ilaria Lai, 26 anni, che ha perso la vita a causa di un tragico incidente stradale. A bordo dell’auto guidata dal padre Maurizio, si accingeva a raggiungere, ad Arce, la chiesa di Sant’Eleuterio, per la messa di Natale.
Nella parrocchia di Santa Barbara due comunità presenti: Fontana Liri e Arce, unite nel profondo dolore. Una folla attonita e commossa ha partecipato alla cerimonia religiosa, officiata dal parroco don Pasqualino Porretta. Tante le corone, i fiori bianchi e i manifesti a lutto per ricordare una ragazza, generosa e altruista. Uno degli striscioni recitava: “Non l’abbiamo perduta, dimora prima di noi nella luce di Dio”.
La chiesa troppo piccola per accogliere la gente arrivata anche dai paesi limitrofi. Molti cittadini, in lacrime, hanno seguito la cerimonia funebre da piazza Trento. Tutto il paese si è fermato in segno di lutto cittadino proclamato dal sindaco Gianpio Sarracco.
Presenti, oltre il primo cittadino, il sindaco di Arce Luigi Germani, il sindaco di Colfelice Bernardo Donfrancesco, il sindaco di Roccadarce Rita Colafrancesco. Nell’omelia il parroco ha avuto parole di conforto per i familiari: per papà Maurizio, mamma Isabella e il fratello Davide «per chiedere a Dio la giusta accoglienza per Ilaria aprendole le porte del Paradiso».
Dopo la messa solenne, gli amici hanno tratteggiato la nobile figura della giovane, strappata prematuramente all’affetto dei suoi cari, che lascia un vuoto incolmabile, tanto che è stato difficile trovare le parole per descrivere un dolore così grande.
Un lungo applauso, il saluto che ha accompagnato poi la bara verso il cimitero.
Ciao Ilaria.
Giuseppe Casciano
Share Button