ARCE – Versi per il Cristianesimo all’alba del terzo millennio. La rassegna di poesia a carattere religioso si è tenuta nei giorni scorsi

ARCE – Si è tenuta nei giorni scorsi la nona edizione della rassegna di poesia “Versi per il Cristianesimo all’alba del Terzo Millennio”.
La rassegna, organizzata dalla rivista “Vita Ciociara” in collaborazione con l’associazione culturale “Arcanum et Fregellae” di Arce, ha visto la partecipazione di quattordici poeti provenienti da vari paesi della provincia: Nisia Bianchi, Gianfranco Cervini, Giuseppe De Leo, Massimo De Santis, Giacomo di Manna, Alessia Lombardi, Camillo Marino, Rosaria Maugeri, Donato Mosticone, Nadia Polsinelli, Gilberto Pompei, Augusto Poscia, Umberto Picano, Domenico Ruscetta. Presenti il sindaco Luigi Germani, il presidente della Anc Esposito Marroccella, il presidente delle guardie Forestali montane Rocco Simone e la presidente della Pro Loco Stefania Simonelli.
Gli intermezzi musicali sono stati sapientemente curati dalla violinista Camilla Cestra. Soddisfatti i promotori dell’evento: Rocco Pagliaroli, presidente dell’associazione culturale “Vita Ciociara”, Domenico Ruscetta, coordinatore instancabile ed efficiente e Gilberto Pompei, operatore culturale. Il poeta arcese Massimo De Santis è stato pure il conduttore della serata, come per le precedenti edizioni.
Gli onori di casa da parte di don Arcangelo, parroco della chiesa dedicata ai SS. Apostoli Pietro e Paolo, diventata ormai un importante centro di aggregazione culturale oltre che religioso. Le poesie, che per l’occasione erano prettamente a carattere religioso, hanno incantato il pubblico presente e ci sono stati dei momenti di vera commozione. I poeti hanno recitato con intensità emotiva i lori versi e le vibrazioni dei suoni hanno impregnato ogni angolo della chiesa.

Share Button