ARCE – La Giunta riapre i termini per la concessione dei “buoni spesa” alzando il tetto Isee. Grazie all’interessamento di Bruna Gregori assessore alle Politiche sociali

ARCE – Buoni spesa, la giunta alza il tetto Isee e riapre i termini per la concessione. A darne notizia è l’assessore alle Politiche sociali Bruna Gregori che nei giorni scorsi, assieme al sindaco Luigi Germani e al responsabile del servizio amministrativo Maria Adelaide Gabriele, ha diffuso l’avviso pubblico con tutte le modalità per poter ottenere i contributi destinati alle famiglie in difficoltà economica.
I buoni spesa alimentari saranno concessi a domanda dell’interessato e secondo alcuni criteri, tra i quali la composizione del nucleo familiare; la situazione lavorativa dei componenti del nucleo stesso e altra documentazione comprovante lo stato di bisogno e di indigenza. Alla richiesta bisognerà allegare il modello Isee in corso di validità (anno 2020) dal quale risulti un valore non superiore ai cinque mila euro. Inoltre il richiedente deve essere in possesso del requisito della residenza nel Comune di Arce da almeno 5 anni e non deve essere beneficiario, lui o persona del suo nucleo familiare, del sussidio del Reddito di Cittadinanza. Sono esclusi dal nuovo bando quanti hanno usufruito di analogo beneficio in occasione delle festività natalizie 2019. Ogni istanza, comunque, sarà opportunamente valutata dall’Assistente Sociale del Comune di Arce.
«La giunta municipale – ha detto l’assessore Bruna Gregori – a dicembre scorso ha deliberato l’innalzamento del limite Isee per la fruizione dei contributi destinati alle famiglie indigenti, portandolo da 4000 a 5000 euro. Per questo, abbiamo deciso di riaprire i termini per la presentazione delle domande fino al prossimo 20 febbraio 2020. Si tratta, per ora, – ha aggiunto – di un aiuto modesto ma che sicuramente va nella direzione di sollevare le famiglie dai carichi economici da sostenere. Va anche detto che, rispetto al passato, queste piccole sovvenzioni sono state aumentate e in alcune fasce sono più che raddoppiate».
Per presentare domanda si può utilizzare il modello predisposto dagli uffici scaricandolo dal sito del comune di Arce (www.comunediarce.fr.it) o ritirandolo direttamente presso il palazzo municipale.

46