FONTANA LIRI – Pallone tensostatico, l’incompiuta vede la fine. Finanziamento dalla Regione Lazio per completare l’opera ferma ormai da molti anni

FONTANA LIRI – Dopo una lunga gestazione si avvia finalmente a conclusione l’annoso problema del pallone tensostatico con annesso campo di pallavolo.
La struttura, costruita nel mese di luglio del 2010 in via Tirocannone, non è mai entrata in funzione per mancanza delle necessarie opere collaterali di completamento.
Nonostante le criticità, l’impianto sportivo è stato persino inaugurato nel settembre del 2013. Poi un lungo silenzio che ha alimentato in paese aspre polemiche proprio per via del mancato impiego della struttura tensostatica.
Dopo tanti anni, comunque, arriva una notizia confortante. In questi giorni la giunta comunale presieduta dal sindaco Gianpio Sarracco, presente l’assessore Pierluigi Bianchi, ha approvato l’adeguamento tecnologico del centro sportivo polifunzionale grazie a un contributo di 50.000 euro concesso dalla Regione Lazio. È stato, quindi, approvato il progetto preliminare redatto dall’architetto Vittorio Casciano, mentre il piano esecutivo è stato firmato dal geometra Giuseppe Proia. L’elaborato grafico della relazione tecnica comprende il computo metrico estimativo, con analisi e schema di contratto.
Le opere individuate riguardano gli spogliatoi, i bagni per il pubblico, la riserva idrica a servizio dell’impianto antincendio, la centralina termica per l’impianto di riscaldamento e la sistemazione un’area di parcheggio dotata di telecamere di videosorveglianza.
I cittadini, adesso, soprattutto i giovani del paese che frequentano l’ambiente sportivo, attendono con la realizzazione dell’opera, con la speranza che il completamento si concluda in tempi brevi e che cessi l’allarme coronavirus per poter utilizzare la struttura.
Giuseppe Casciano
Share Button