FROSINONE – I carabinieri denunciano altre 44 persone. Intensificati i controlli nei centri abitati ma anche nelle campagne

Continuano, incessanti, i controlli dei carabinieri e proseguono le denunce per chi non rispetta l’ordine di restare a casa. E c’è chi si è preso già due denunce.
A Frosinone, Veroli, Ceccano, Castelliri, Ferentino e Castro dei Volsci sono stati denunciati in nove. Si tratta di un albanese e un italiano residenti a Veroli, un ceccanese e poi ancora gente di Castelliri, Ferentino, Frosinone, Latina e due residenti a Castro dei Volsci.
Sono stati tutti controllati dal Nucleo Investigativo del comando provinciale che li ha sorpresi fuori casa senza motivo.
A Frosinone, Ceccano, Ripi e Torrice altri otto denunciati. Denunciati ad Alatri una nigeriana, e due alatrensi, a Vico nel Lazio un giovane, a Boville Ernica un quarantenne, a Ferentino un quarantatreenne e un ventisettenne, quest’ultimo sorpreso con 4,5 grammi di hashish, a Paliano e Piglio due uomini di Serrone, ad Acuto un giovane, a Sora cinque persone, comprese due donne Sinti, una delle quali alla guida senza patente in quanto mai conseguita.
A Monte San Giovanni Campano un ventenne di Boville e un ventiduenne monticiano, già denunciato qualche giorno prima per lo stesso reato. A Cassino un isernino, a Piedimonte San Germano sei denunciati tra cui un libico.
A Picinisco, Atina e Villa Santa Lucia tre persone a piedi in campagna, quindi un cinquantasettenne
di Broccostella sorpreso sempre a piedi nelle campagne di Picinisco, presso un suo podere, senza fornire una valida giustificazione.
Un ciociaro, invece, è stato denunciato a San Felice Circeo dov’era andato senza giustificazione valida.
A Vallecorsa sono scattati i primi controlli sulla strada per Lenola per monitorare la situazione verso la zona rossa di Fondi.
A Cassino investito un vigile urbano durate i controlli.
R.C.
Share Button