ROCCADARCE – Farmacia. L’opposizione: annullate quell’avviso

ROCCA D’ARCE – I consiglieri d’opposizione Antonello Quaglieri, Bernardino Capuano e Mario Lancia tornano sull’ormai famigerata situazione del servizio di farmacia assegnato temporaneamente dall’amministrazione comunale, con una richiesta ufficiale al sindaco Rita Colafrancesco e alla sua giunta di annullamento in autotutela dell’avviso pubblico con cui è stato selezionato il farmacista a cui affidare il servizio, ovvero il figlio del sindaco risultato primo in graduatoria. La richiesta del gruppo consiliare, che si era da tempo espresso criticamente sull’avviso, giunge anche in considerazione del parere negativo sull’avviso espresso dalla Regione Lazio e dall’Ordine provinciale dei farmacisti. Non solo. La minoranza aggiunge che «nell’imminente sarà avviato dalla Regione Lazio l’interpello per l’assegnazione definitiva della sede vacante». E quindi: «correre rischi di non poco conto paventati dalla Regione (sanzioni penali, civili ed amministrative) e magari impegnare ulteriori somme per eventuali liti tra enti, altri pareri o ricorsi sarebbe da considerare un grave danno per il Comune e i contribuenti». E concludono: «Ci auguriamo che a questo punto sia il buon senso a prevalere. Se non si porrà lo stop a questa procedura, si rischia che le spese aumentino».

  1. r
Share Button