ARCE – Il comune di Arce plaude al primo Frecciarossa 9539 con fermate a Frosinone e Cassino. E da lunedì 15 sono ripristinati i collegamenti ferroviari sulla Roccasecca-Avezzano con la fermata di Arce

ARCE – «La Tav non può che essere una grande occasione per tutto il territorio». Anche l’Amministrazione comunale di Arce plaude all’arrivo del primo treno superveloce che domenica prossima 14 giugno, con provenienza da Milano Centrale, farà tappa prima a Frosinone e poi nella stazione di Cassino per proseguire in direzione Napoli. L’Assessore alla Nuove tecnologie, Dario Di Palma, è intervenuto per sottolineare, al di la del dibattito politico provinciale che in questi giorni ha tenuto banco, l’importanza strategica dell’avvenimento.

«Abbiamo di fronte – ha detto Di Palma – un’opportunità straordinaria e irripetibile per il nostro territorio: la Tav in provincia di Frosinone significa essere direttamente interconnessi con l’Italia del Nord e l’Europa centrale. In poche ore – ha aggiunto l’Assessore – si potrà arrivare a Milano ed ipotizzare addirittura di poter tornare in giornata. Tutto questo fino a ieri era impensabile. È un’occasione che probabilmente non capiterà mai più. Sprecarla sarebbe un grave errore. Dobbiamo guardare un po’ più a lungo, lasciando da parte i campanilismi sul dove realizzare la stazione. Questo tempo in cui saranno attive le due fermate di Frosinone e Cassino sarà utile anche per capire le potenzialità dei rispettivi bacini di utenza. La vera sfida però è agganciare a questa opportunità un sistema territoriale in grado di far crescere tutti. Penso ad esempio alla combinazione di vantaggi che in queste settimane sono stati testati da milioni di lavoratori con lo smart working. Non è poi così inimmaginabile – ha concluso l’Assessore Di Palma – poter pensare di avere il lavoro a Milano e vivere ad Arce».

234
Share Button