FONTANA LIRI – Parte la corsa elettorale. Due certezze e un dubbio. Il sindaco Sarracco se la vedrà con Battista. Ma spunta l’ipotesi del terzo incomodo Pistilli. E non solo

FONTANA LIRI – Attenuata l’agitazione per il Covid-19, in paese si torna a parlare delle prossime elezioni comunali.
Riflettori puntati, quindi, sulle amministrative che dovrebbero svolgersi il 20 e 21 settembre 2020. Per le candidature a sindaco e al consiglio comunale le voci si rincorrono senza sosta. Le certezze, però, sono ancora poche. Al momento l’ufficialità riguarda solo la posizione del sindaco Gianpio Sarracco che, a guida Pd, ripresenta la lista “Adesso Fontana”, compagine riveduta e ampliata con nuovi nomi.
A sfidare la maggioranza in carica è certa poi la discesa in campo del medico Giuseppe Battista a capo di una cordata dal nome (provvisorio) “Uniti per Fontana Liri”. A sentire i bene informati la lista sarebbe quasi al completo, composta anche da persone che vantano già esperienza amministrativa. I nomi rimbalzano nei discorsi in piazza, anche se manca la conferma degli interessati. Il raggruppamento si avvale del sostegno dei rappresentanti della Lega e di Fratelli d’Italia.
C’è sentore, comunque, di una terza lista. Sarebbe la rinascita dello storico stemma di “Libro e Spada” la cui eredità dovrebbe ricadere su Andrea Pistilli, giovane avvocato, figlio dello scomparso sindaco Giuseppe.
Ci sono inoltre segnali da giovani pronti per l’agone elettorale, guidati da Loreto Chiarlitti sotto l’emblema “Noi per Fontana Liri. L’alternativa”.
Al di là delle possibili cordate non risultano ancora “accasati” nomi di esperienza come Rocco Battista, medico, consigliere di minoranza, ex vice sindaco per due legislature, oppure Maurizio Ottaviani, presidente dell’Aipes, persona che annovera una solida preparazione amministrativa e gestionale avendo ricoperto importanti ruoli istituzionali.
Alla ribalta, come sempre, si affacciano ex sindaci, ex assessori, ex consiglieri comunali che, alla fine, potrebbero schierarsi con qualche lista, magari quella vincente. Qualcuno, addirittura, con molta immaginazione, prospetta la possibilità di una capolista femminile che potrebbe venire fuori all’ultimo momento.

Da Ciociaria Editoriale Oggi: Giuseppe Casciano

462
Share Button