DAGLI ALTRI CENTRI – Ceccano, il Festival Francesco Alviti, una sola serata in onore di S. Giovanni, tanta musica oggi con inizio alle 21.30

CECCANO – Tanta musica per la notte di S. Giovanni a Ceccano oggi 23 giugno alle ore 21,30, nella Collegiata dedicata al patrono della cittadina fabraterna: Bach, Beethoven, Mascagni, Puccini, Fauré, Frescobaldi, Agostini celebreranno colui che Gesù stesso definì come il più importante fra gli uomini: Tra i nati da donna mai sorse nessuno maggiore di Giovanni il Battezzatore. E questa in onore del Patrono di Ceccano sarà l’unica serata in tempo di pandemia per il Festival Francesco Alviti, in attesa di tempi migliori e di poter riprendere quella straordinaria festa di amicizia, musica e ricordi, giunta alla XII edizione. L’esecuzione dei brani, che saranno accompagnati da alcuni testi di Papa Francesco sulla figura di Giovanni Battista, è affidata ai solisti e agli strumentisti del Concentus Musicus Fabraternus Josquin Des Pres, con le voci di Vittoria D’Annibale, soprano, Cinzia Cristofanilli, soprano, Veronica Spinelli, soprano, Fabiola Mastrogiacomo, mezzosoprano, con Chiara Olmetti al pianoforte e Guido Iorio, all’organo, Massimiliano Malizia, alla tromba e Andrea Micheli al liuto e con il Quartetto d’archi Syntagma con Alessio GizziElena Sofia Ferrante, violini, Giangiacomo Ferrante, viola, e Aurora Macci, violoncello. Le presentazioni dei brani sono curate da Mariagrazia Molinari, musicologa. Direttore e concertatore Mauro Gizzi.

1308