ARCE – Quadrini: «Rifiuti, acqua, sanità e Alta Velocità: Forza Italia avanza proposte, gli altri cosa fanno? Pronti al confronto nel merito, ma su questi temi bisogna coinvolgere i sindaci sul serio»

ARCE – Il vicecoordinatore regionale e consigliere provinciale di Forza Italia in merito alle problematiche del momento avanza determinate proposte: «Siamo l’unico partito che sta dicendo in modo chiaro come la pensa su alcuni dei problemi più importanti di questo territorio. Intervenendo su tematiche come l’acqua, i rifiuti, la Tav, la sanità. Forza Italia non si nasconde.
Sull’
acqua ribadisco che in seguito alla grave emergenza sanitaria che ha duramente colpito il nostro territorio, la sua economia e le nostre famiglie, è necessario che istituzioni, amministrazioni e politica tutta, indipendentemente dal colore politico, pongano l’attenzione sull’annoso problema che Acea rappresenta per la provincia di Frosinone. La tariffa unica per tutta la Regione Lazio garantirebbe un abbattimento cospicuo della tariffa e della conseguente bolletta per i cittadini della nostra provincia. L’aumento dell’8% dei costi delle bollette dell’acqua ha provocato gravi disagi a tante famiglie, già aggravate da tanti aumenti di utenze in questo momento critico e questo non è accettabile. La politica locale non può rimanere in silenzio su questo.

Sui rifiuti non possiamo chiudere gli occhi. L’area sud di questo territorio ha già dato, pagando un prezzo molto alto sul versante ambientale. Ora che bisogna individuare nuovi siti dove prevedere una discarica, non si può prescindere da questa considerazione e dal coinvolgimento dei sindaci, che sono i principali attori del territorio. Sappiamo bene che tutti, su una materia come questa, ragionano nell’ottica del “non nel mio giardino”, ma bisogna rendersi conto che non è che il sud i questa provincia può continuare ad ospitare per sempre la discarica (Roccasecca), il Termovalorizzatore (San Vittore) e l’impianto della Saf (Colfelice). Bisogna essere seri.
Per quanto riguarda la sanità, finita l’emergenza Covid, sono riemersi tutti i problemi dell’ordinaria amministrazione. Non va bene. Ad ottobre bisognerà presentare il nuovo Atto aziendale. Anche su questo dico che è fondamentale coinvolgere i sindaci da subito. Perché nessuno come gli amministratori locali conosce il territorio.
Infine, l’opportunità della fermata e della stazione 
dell’Alta Velocità. Il convegno organizzato come Comunità Montana non era una sfida a Frosinone, a Ferentino o a Supino. Era invece un tentativo per coinvolgere l’intero territorio della provincia di Frosione. Ribadisco che lo scopo di quella riunione
 era la comune volontà di sollecitare la fermata Tav sulla base delle potenzialità del nostro territorio. La Valle del Liri è sede dell’università di Cassino, faro dell’intera provincia , attenta nella formazione e guida per tanti studenti,grazie alla professionalità e ad una gestione attenta, nonchè di importanti realtà produttive come FCA, Saxa Gres, del Cosilam, di siti culturali e storici come l’Abbazia. E’ chiara la necessità quindi di enti ed istituzioni di far fronte comune per raggiungere un obiettivo importante per tutto il nostro territorio.
Forza Italia è su tutti i pezzi, con proposte e voglia di confrontarsi. La Ciociaria va rilanciata sui problemi reali. Non sulle dispute filosofiche delle architetture di partito. Noi ci siamo. E gli altri?»

858
Share Button