ARCE – Rinviato il processo per l’omicidio di Serena Mollicone, per “difetto di notifica”, il 15 gennaio

ARCE – Tutto rinviato al prossimo 15 di gennaio, udienza lampo, quella svoltasi al tribunale di Cassino, davanti al giudice delle udienze preliminari per l’omicidio di Serena Mollicone. Infatti, per un difetto di notifica ad una delle parti lese. Papà Guglielmo intervistato: È stato un intoppo non certamente dovuto dagli inquirenti”

Share Button
Continua a leggere

ARCE – Serena, la verità dei Mottola. Il punto L’ex maresciallo parla attraverso i suoi avvocati e per la prima volta dopo diciotto anni prende parte a una conferenza. Papà Guglielmo: «Una scelta strategica»

ARCE – L’arma del delitto Mollicone non sarebbe la porta della caserma di Arce. Anzi, per la difesa dei Mottola, non lo è senza ombra di dubbio. «Siamo solo di fronte a ombre di indizi. Non ci sono elementi certi, gravi precisi e concordanti a carico dell’ex maresciallo e della sua famiglia. E con mere ipotesi, si può parlare soltanto […]

Share Button
Continua a leggere

ARCE – Mollicone, l’Arma accanto al papà. I carabinieri annunciano di volersi costituire parte civile nel processo che si aprirà tra otto giorni a Cassino. Ora si attende la decisione dell’Avvocatura dello Stato. Il generale Nistri incontra Guglielmo, da padre a padre

ARCE – Il processo atteso da diciotto anni, quello per il caso di Serena Mollicone, si avvicina. E a otto giorni dall’udienza preliminare è arrivata la notizia che l’Arma dei carabinieri vuole costituirsi parte civile: la stessa identica strada seguita per il caso Cucchi, in cui per la prima volta l’Arma ha chiesto scusa alla famiglia. E adesso lo ha […]

Share Button
Continua a leggere

ARCE – «Carmine Belli ha bisogno di un lavoro». Caso Mollicone Ieri da “La vita in diretta” Alberto Matano lancia l’appello. La verità su Serena sempre più vicina

ARCE – Il caso Mollicone ancora protagonista delle televisioni nazionali. Ieri ospiti a “La vita in diretta” su Rai Uno in studio Carmine Belli, il meccanico che per primo fu accusato dell’omicidio di Serena e, in collegamento da Arce, il padre Guglielmo. La storia della diciottenne uccisa e trovata priva di vita in un boschetto dell’Anitrella tiene banco da quasi […]

Share Button
Continua a leggere

ARCE – Maria Tuzi sarà accanto a Guglielmo. La verità è vicina. L’emozione e la forza della figlia del brigadiere. Le difese si preparano

ARCE – «La verità sulla morte di Serena e su quella di mio padre non è più un obiettivo inarrivabile. Con la fissazione della data dell’udienza preliminare siamo sicuri che ogni cosa prenderà forma: sono certa che verrà affrontato ogni singolo aspetto che porterà, finalmente, alla verità». Non ha dubbi, Maria Tuzi – figlia del brigadiere che per primo indicò […]

Share Button
Continua a leggere

ARCE – «Non è stato protetto abbastanza». La procura chiude il cerchio sulla morte di Serena: la verità è vicina anche per il caso Tuzi con un’intercettazione inedita. La figlia Maria non ha dubbi: «Mio padre poteva essere vivo». Pressioni, silenzi e undici anni nell’attesa di questo momento

ARCE – «Non è stato protetto abbastanza. Se qualcuno l’avesse allontanato o trattenuto, mio padre sarebbe ancora vivo». Maria Tuzi non ha molti dubbi: suo padre, il brigadiere che per primo indicò la presenza di Serena in caserma il 1° giugno del 2001, poteva essere salvato. La procura ha chiuso il cerchio sul caso Mollicone. Come ti senti? «Quando si […]

Share Button
Continua a leggere

ARCE – «Io in galera, gli altri liberi». Carmine Belli parla a ventiquattr’ore dalle richieste di rinvio a giudizio avanzate dalla procura per l’omicidio di Serena

ARCE – Delitto di Arce, si riparte dopo 18 anni. A ventiquattr’ore dalla richiesta di rinvio a giudizio da parte del Pm nei confronti dell’ex maresciallo Mottola, del figlio e della moglie ma anche nei confronti (per ipotesi differenti) di Quatrale e Suprano, si riaccende la speranza di papà Guglielmo di ottenere finalmente giustizia per sua figlia nonostante i depistaggi, […]

Share Button
Continua a leggere

ARCE/DELITTO MOLLICONE – La sorella di Serena entrerà nel processo. All’apertura di un prossimo procedimento giudiziario si costituirà parte civile

ARCE – Ci sarà anche la sorella di Serena tra le parti civili che si costituiranno quando verrà aperto un procedimento che servirà a chiarire ogni terribile dubbio che avvolge la morte della studentessa di Arce. Per questo, a 18 anni dalla morte di Serena, sarà l’avvocato Sandro Salera a rappresentare la sorella Consuelo. Il 1° giugno 2001, lo ricordiamo, […]

Share Button
Continua a leggere
1 2 3 9