ARCE – Delitto Mollicone. Lavorino-Le Iene, un pandemonio. Il criminologo contro la trasmissione di Italia Uno: hanno manipolato le mie dichiarazioni. La figlia del brigadiere Tuzi lo querela e lui annuncia che farà altrettanto con gli autori dell’inchiesta televisiva

ARCE – Se diciotto anni dopo l’efferato omicidio di Serena Mollicone la giustizia non ha ancora fatto il suo corso, un nuovo scontro processuale si annuncia sulla vicenda della povera studentessa di Arce uccisa nel 2001. È quello fra il criminologo Carmelo Lavorino e la trasmissione televisiva “Le Iene” di Italia Uno. Nella puntata trasmessa l’8 dicembre scorso, si attribuisce […]

Share Button
Continua a leggere

ARCE – Maria Tuzi querela Carmelo Lavorino. E chiede rispetto per Guglielmo

ARCE – Guerra di carte bollate e di nervo. Dopo la puntata di domenica delle “Iene” con l’intervista al consulente di parte dei Mottola, il professor Carmelo Lavorino, è scoppiato caso per quel fuori onda in cui criminologo avrebbe lasciato sospese alcune considerazioni su Santino Tuzi. Poi le polemiche sono divenute virali. La figlia del brigadiere che per primo indicò […]

Share Button
Continua a leggere

ARCE – Maria Tuzi sarà accanto a Guglielmo. La verità è vicina. L’emozione e la forza della figlia del brigadiere. Le difese si preparano

ARCE – «La verità sulla morte di Serena e su quella di mio padre non è più un obiettivo inarrivabile. Con la fissazione della data dell’udienza preliminare siamo sicuri che ogni cosa prenderà forma: sono certa che verrà affrontato ogni singolo aspetto che porterà, finalmente, alla verità». Non ha dubbi, Maria Tuzi – figlia del brigadiere che per primo indicò […]

Share Button
Continua a leggere

ARCE – «Non è stato protetto abbastanza». La procura chiude il cerchio sulla morte di Serena: la verità è vicina anche per il caso Tuzi con un’intercettazione inedita. La figlia Maria non ha dubbi: «Mio padre poteva essere vivo». Pressioni, silenzi e undici anni nell’attesa di questo momento

ARCE – «Non è stato protetto abbastanza. Se qualcuno l’avesse allontanato o trattenuto, mio padre sarebbe ancora vivo». Maria Tuzi non ha molti dubbi: suo padre, il brigadiere che per primo indicò la presenza di Serena in caserma il 1° giugno del 2001, poteva essere salvato. La procura ha chiuso il cerchio sul caso Mollicone. Come ti senti? «Quando si […]

Share Button
Continua a leggere

LA NOVITA’ – Riesumare Tuzi: una possibilità

Maria Tuzi ha salutato Guglielmo Mollicone con grande emozione: «Sono felice per lui e la sua famiglia. Oggi è un giorno importante per tutta la nostra comunità. Spero che sia fatta giustizia per Serena e che si arrivi fino in fondo. Ma spero anche che sia lo stesso per mio padre: è sempre difficile andare avanti senza di lui. Insostenibile […]

Share Button
Continua a leggere

ARCE – Suicidio Tuzi. La richiesta di riapertura dell’inchiesta

ARCE – Il giallo sull’omicidio di Serena Mollicone potrebbe conoscere un’altra importante novità. Il pool difensivo di Maria Tuzi, figlia di Santino, il brigadiere dei carabinieri che si è tolto la vita l’11 aprile 2008, si appresta a chiedere la riapertura delle indagini. Il carabinieri in servizio presso la caserma di Arce, si suicidò pochi giorni dopo essere stato ascoltato […]

Share Button
Continua a leggere

ARCE – Morte di Tuzi. Un’indagine che presenta troppi lati oscuri

Dieci minuti di mistero Suicidio Tuzi: I punti oscuri emersi nella controinchiesta del pool difensivo della figlia di Santino. Gli spari che nessuno ha sentito e quell’uomo mandato in avanscoperta dai carabinieri IL GIALLO – Un giallo nel giallo scomposto in infiniti tasselli che mai nessuno, prima d’ora, aveva pensato di analizzare e considerare come parte di un unico puzzle. […]

Share Button
Continua a leggere

ARCE – Mollicone: Santino è morto perché sapeva

ARCE – «Santino è morto per aver detto quello che sapeva sulla vicenda di Serena». A margine della conferenza stampa indetta da Maria Tuzi, figlia del brigadiere trovato morto nel 2008 ad Arce proprio per illustrare i nuovi elementi per la richiesta di riapertura delle indagini sul caso, archiviato come “suicidio d’amore”, Guglielmo Mollicone, padre della studentessa diciottenne uccisa nel […]

Share Button
Continua a leggere