Alla Reggina basta un minuto per battere il Frosinone per 1 a 0 – Decide Brienza al primo minuto

In un contesto atipico ed in preda al Dio denaro la gara del Granillo è giocata in un orario insolito in cui normalmente la gente si siede a tavola, infatti, Reggina e Frosinone si sono affrontate all’ora di pranzo in seno al posticipo della 27° giornata di campionato. Moriero ritrova Santoruvo e Del Prete dopo aver scontato un turno di squalifica, ma deve fare a meno di Maietta, Biso e Calil, ionfortunati. Solito 4-2-3-1 con Bocchetti, Scarlato, Ascoli e Del Prete davanti a Sicignano, Basha e Bolzoni in mediana, Troianiello, Mazzeo e Basso sulla trequarti, Santoruvo unica punta. Breda risponde con il solito 3-5-2 che vede Brienza e Cacia terminali offensivi, supportati da Missiroli.
Pronti e via e alla prima palla giocata la Reggina fa centro, conclusione di Brienza appena dentro l’area, la palla rimbalza in maniera strana e s’insacca alle spalle di Sicignano, incredibile, ma vero gara subito in salita per il Frosinone che di certo non immaginava questa partenza a handicap, purtroppo la rete di Brienza alla fine sarà decisiva per le sorti di questa partita.
Peccato perché il Frosinone perché le possibilità di pareggiare ci sono state, ma come il solito non sono state sfruttate dai giocatori ciociari che alla fine oltre alla sconfitta devono incassare una serie di problematiche derivanti da due espulsioni assurde, la prima riguarda Stellone che a 4 minuti dalla fine è espulso, rosso diretto per fallo su Costa, Stellone salterà la sfida contro la sua ex squadra Torino, la seconda per una decisione assurda del direttore di gara che a gara finita ha sventolato il rosso in faccia a Scarlato.
Strascichi importanti anche perché il prossimo avversario come detto sarà il Torino e ancora in trasferta e questi giocatori potevano essere importanti per il tecnico Moriero.

 

Max Marzilli

 

35
Da: ; ---- Autore: