Alle Poste con ascia e pistola – Bottino circa diecimila euro. Nel pomeriggio ritrovata l’auto, rubata alla stazione

ARCE – Rapina a mano armata, ieri mattina intorno alle 13.15, all’ufficio postale di Isoletta d’Arce.
Tre malviventi col volto coperto dai passamontagna, uno dei quali armato di pistola, hanno fatto irruzione nel piccolo ufficio della frazione riuscendo a portare via un bottino di quasi 10mila euro. Da una prima ricostruzione dei fatti, due di loro si sarebbero introdotti all’interno delle Poste dall’ingresso principale per poi sfondare, con l’ausilio di una grossa ascia, la grata in ferro sopra i vetri di protezione e quindi accedere al contante in giacenza presso le due casse. Hanno tralasciato, invece,  il deposito di denaro all’interno della cassaforte temporizzata. Minacciando con la pistola i due impiegati, poi, si sarebbero fatti aprire la doppia porta di accesso per dileguarsi a bordo di una Fiat Uno bianca, guidata da un terzo complice. Al momento della rapina non erano presenti clienti all’interno dell’istituto di credito, ma soltanto i due impiegati e l’addetta alle pulizie. Quest’ultima avrebbe accusato un lieve malore tanto che è stato necessario l’intervento dei sanitari del 118 di Ceprano.
Sotto shock anche gli altri due operatori, che avrebbero raccontato dei modi particolarmente violenti usati dai ladri. La grata sfondata ha danneggiato irreparabilmente anche un terminale operativo. Il tutto si è svolto nel giro di una manciata di minuti. Immediato anche l’intervento dei Carabinieri della Compagnia di Pontecorvo, della Polizia Postale e degli uomini della Scientifica di Frosinone. Sul posto anche i dirigenti di Poste Italiane che non hanno potuto far altro che costatare l’ennesima rapina ai danni di quest’ufficio e la correttezza della prassi di sicurezza seguita dai dipendenti.
Subito dopo in tutta la zona, nonostante il maltempo, è scattata una vera e propria caccia ai malviventi ma nel pomeriggio è stata ritrovata solo l’auto, risultata rubata al parcheggio della stazione ferroviaria di Isoletta.

53
Da: ; ---- Autore: