Allevatori ‘violenti’ in onda su Striscia – Ieri un ampio servizio sul ‘controllo’ relativo al maltrattamento di animali

COLFELICE – Sono andate in onda ieri sera le immagini girate dalla troupe di “Striscia la Notizia” nella tenuta degli allevatori, padre e figli, di Colfelice tratti in arresto mercoledì scorso con l’accusa di danneggiamento aggravato, violenza, minacce e resistenza a pubblico ufficiale, percosse e maltrattamento di animali. E nei confronti dei quali il giudice non aveva convalidato l’arresto (se non nei confronti del figlio maggiore per il solo danneggiamento aggravato dei mezzi della troupe televisiva), rimettendoli in libertà. Le riprese del programma satirico di “Canale 5” hanno mostrato due accessi all’area prossima alla proprietà dei tre allevatori: quello del giorno precedente agli arresti e quello successivo in cui sono intervenuti sia i Nas, sia i militari del capitano Pierfrancesco Di Carlo della Compagnia di Pontecorvo. Molte le parole oscurate dagli asterischi per ovviare alle imprecazioni, ma dal filmato è sembrata chiara l’evoluzione dell’episodio. Nel primo intervento dei giornalisti e degli operatori di Striscia per verificare su indicazione di alcune associazioni animaliste lo stato di salute degli animali presenti in quella tenuta, però, non è stata ripresa nessuna aggressione se non verbali avvertimenti degli allevatori di lasciare la proprietà. L’arrivo dei Nas il giorno successivo ed il repentino intervento della troupe televisiva ha invece fatto precipitare la situazione. Le riprese, però, fanno fede fino al momento in cui viene rotta la telecamera. A quel momento, le immagini si interrompono sull’arrivo dei carabinieri per poi mostrare la telecamera in pezzi.

25
Da: ; ---- Autore: