Alunni ‘contesi’ tra comuni – La ‘migrazione’ avrebbe compromesso i rapporti diplomatici tra i due enti

ARCE – Alunni contesi, rapporti “diplomatici” al limite tra il comune di Arce e quello di Rocca d’Arce.
I due comuni fanno parte di un unico Istituto Comprensivo, con sede ad Arce.
L’emergenza, legata alla sicurezza degli edifici scolastici, ha determinato in questi anni un ripopolamento delle scuole del piccolo comune rocchigiano.
In particolar modo la scuola materna ospita molti alunni provenienti da Arce, tanto che l’inizio del nuovo anno scolastico, avrebbe visto il comune più grande perdere una sezione dell’Infanzia (ne aveva quattro ora ne ha tre) in favore di quello più piccolo. Il fenomeno sarebbe stato favorito anche da una certa disponibilità mostrata dagli amministratori di Rocca d’Arce che, oltre a mettere a disposizione strutture molto ampie, dotate di diversi comfort e servizi aggiuntivi, hanno disposto il trasporto degli alunni con scuolabus sul territorio del vicino municipio. A tendere ulteriormente favorevole questa “migrazione” sarebbero stati anche i docenti che in un apposito collegio avrebbero stabilito lo spostamento della sezione. A Rocca d’Arce, inoltre, sarebbe stata avviata anche la cosiddetta “sezione primavera”. Ossia la possibilità di accettare, entro certi limiti, alunni dai due anni e mezzo. Tanto che alcuni genitori arcesi, interessati a portare anticipatamente i propri figli a scuola, si sono sentiti proporre dalla dirigenza la possibilità di iscriverli a Rocca d’Arce. Ovviamente, una volta iscritti i bambini in un plesso, il passaggio in un altro, per tutta una serie di motivi, risulta assai difficile. Un’opportunità, comunque, di non poco conto se si pensa che ad Arce anche l’asilo nido, dal settembre 2009, è chiuso in quanto ritenuto non sicuro staticamente.
La cosa comunque avrebbe indispettito l’amministrazione comunale di Arce che mai sopporterebbe questo “scippo” di piccoli alunni e l’intesa, da alcuni definita subdola, tra la dirigenza scolastica e il comune di Rocca d’Arce.

114
Da: ; ---- Autore: