Arce – Cassino 0-1 – Un rigore decide la sfida tra Arce e Nuova Cassino. Nonostante diversi tarrefugli dentro e fuori dal campo. La gara è stata sospesa per circa dieci minuti

ARCE – Il Cassino si è recato in quel di Arce, conscio della precaria situazione atletica e di classifica attaccandosi solo a sparute ripartenze ad opera di qualche elemento che lavora quasi da solo,la vera gara l’ha fatta l’Arce, che con tutti i suoi limiti, ha dato tutto, dal rientrante Di Girolamo e di nuovo uscente per espulsione, ai difensori centrali Partigianoni e Pessia, agli avanti tutti. Il Cassino è stato inchiodato per tutta la gara nella propria area di gioco, con il solo n. 7 Agbonifo, giocatore di colore, a sortire davanti a Di Girilamo; all’8° Bruni, servito bene da di Roberto incrocia di poco a fil di palo, all’11° fallo del n. 3 Cassinate Capocci, punizione dal limite sinistro e parata di d’Aguanno, ancora al 19° azione corale da Partigianone a di Roberto per Filosa, fermato al limite, solo al 18° si fa vedere anche il Cassino, il n. 6 La Manna, da una punizione da centro campo serve il velocissimo Agbonifo  che tira sfiorando il palo alla destra del nostro ultimo difensore. L’occasionissima è di Pagnanelli al 30° riceva in area piccola da Bruni, batte in girata, la palla gli va alta sulla traversa, la fortuna, quest’anno non è con noi, si va alla fine del tempo senza altre grosse opportunità.
Il rientro sul terreno di gioco è marcato, come al solito dall’accelerazione del gioco da parte Arcese, già al 1° minuto Di Roberto suona la carica con tiro dal limite centrale che costringe D’Aguanno ad una parata difficile sulla sua destra, al 6° cade Di Roberto in area di rigore ad opera del plurifalloso Cappelli, per l’arbitro c’è una parvenza di vantaggio, si prosegue, al 12° entrano in scena i cosiddetti sostenitori Cassinati, ad una probabile provocazione verbale, qualche scalmanato risponde con un fitto lancio di bottiglie e altro verso la tribuna Arcese dalla parte opposta, interruzione della gara per circa dieci minuti con l’intervento delle forze dell’ordine,l’arrivo da bordo campo degli atleti e dei responsabili che riescono a calmare gli animi, si riprende a giocare, la gara tarda a riprendere l’andamento di prima e solo al 37° Di Roberto fa quasi gridare al gol, ma il suo tiro, su servizio di Massari A. va a lambire la base del palo destro della porta del Cassino. Il detto dice “gol mancato gol subito”, al 44° dopo che, ancora Massari aveva costretto D’Aguanno ad una deviazione millimetrica in calcio d’angolo, sulla ripartenza dei bianco-azzurri, da un lungo lancio di Marsella, Agbonifo sfugge all’ultimo difensore Arcese, Di Girolamo manca il pallone e va sulle gambe dell’attaccante atterrandolo, calcio di rigore ed espulsione, batte l’autore del lancio, Marsella e porta in vantaggio gli ospiti, il risultato appare come una insopportabile beffa, la partita si trascina per altri otto minuti a recupero dell’interruzione e sprofonda ancora di più l’Arce nel fondo della classifica. 

I tabellini:

Arce : Di Girolamo, Della Bona, Pagnanelli, Prati, Partigianoni, Pessia, Caracci, Vittorelli, Di Roberto, Bruni, , Filosa A disp.: La Valle, Ricci, , Casciano, Casavecchia, Sarra, Massari A.,, Belli. All. sig. Scagliarini

Cassino: D’Aguanno, Vendittelli, Capocci, Palma, Cappelli, La Manna, Agbonifo, Lomabrdi, Marsella, Ferdinandi, Pittiglio. A disp.: Bocino, Palumbo, Di Stasi, Bucolo, Letterese, Sambucci, Di Vito. All. sig. Barbabella 

Marcatori : Marsella (rig.)

Sostituzioni : (Arce) Belli x Caracci, La valle x Di Girolamo –(Cassino) Lettrese x Lomabardi, Di Stasi x Ferdinandi, Di Vito x Capocci

Ammonizioni : Lessia, Di Roberto,Prati (Arce)

Espulsi : Di Girolamo (Arce)

Arbitro  Sig.Cartabiano (Rm.2) , 1° ass. sig.Affronti (Ostia), 2° ass. sig.Giorgino, (Ostia)

38
Da: ; ---- Autore: