‘Arce è fuori dalla storia’ – L’amministrazione non è entrata nel progetto. Corsetti: schiaffo allo sviluppo

ARCE – Avviati i lavori della Via Francigena, soddisfazioni e rammarichi del presidente Corsetti.
L’associazione intercomunale “Valle del Liri” continua a prestare la sua opera in favore della valorizzazione del territorio.
L’appalto dei lavori che riguardano la Via Francigena per il tratto del sud direttrice Via Prenestina-Via Latina, quasi cinquecento mila euro finanziati dalla Regione Lazio grazie alla Legge 40/99, rappresenta un altro importante tassello verso quello sviluppo che la Ciociaria e in particolar modo la Valle del Liri, ha tanto bisogno.
Una strada che da Canterbury portava a Roma un itinerario della storia (denominato anche itinerario culturale del Consiglio d’Europa), una via maestra percorsa in passato da migliaia di pellegrini in viaggio per Roma e Gerusalemme. Fu soprattutto all’inizio del secondo millennio che l’Europa fu percorsa da una moltitudine di anime “alla ricerca della Perduta Patria Celeste”. Questa via attesta tutt’oggi infatti l’importanza del pellegrinaggio in epoca medioevale: esso doveva compiersi prevalentemente a piedi (per ragioni penitenziali) con un percorso di 20-25 chilometri al giorno e portava in sé un fondamentale aspetto devozionale.
«L’importanza di questa opera – ha detto il presidente Iliano Corsetti – è ormai riconosciuta dall’attenzione che ogni amministrazione interessata, a livello locale, regionale ed europeo, sta riponendo. Siamo orgogliosi – ha aggiunto – di far parte di questa importante valorizzazione che nel tempo può aspirare a divenire un nuovo e più importante “Cammino di Santiago”. Il rammarico – ha però precisato Corsetti – è sia come presidente che come cittadino di Arce nel vedere fuori da questa idea di sviluppo il comune di Arce. Il sindaco Simonelli, infatti, sarà l’unico primo cittadino delle amministrazioni coinvolte in Italia che è voluto rimanere fuori dal progetto impedendo l’inclusione di Arce in quest’opera straordinaria. Non solo. La via Francigena è la strada percorsa anche dal nostro santo Patrono Eleuterio e proprio nella località oggi a lui dedicata passa una diramazione di questo importante itinerario. Mi chiedo che cosa abbia mai fatto la nostra storia per meritarsi questo e che cosa abbiano fatto i cittadini arcesi per vedersi esclusi da questo progetto. Debbo in tal senso – ha aggiunto ancora Corsetti – esprimere un giudizio severo su questa amministrazione, incapace a dare risposte, così come sento il dovere di esprimere la mia solidarietà all’azione del consigliere Marcello Marzilli che sta denunciando in ogni modo l’incapacità amministrativa della giunta guidata da Roberto Simonelli. Danni, purtroppo – ha concluso – che pagheremo per molto tempo ancora».

23
Da: ; ---- Autore: