Arce fuori dal progetto per la via Francigena – Via Francigena, consegnati i lavori per oltre trecentomila euro, ma i comuni di Arce,Roccasecca e Colfelice rimarranno fuori

ARCE – Via Francigena, consegnati i lavori per oltre trecentomila euro, ma i comuni di Arce, Roccasecca e Colfelice rimarranno fuori dal progetto perché non hanno ottemperato all’iter con gli atti deliberativi.
Martedì scorso, il presidente dell’associazione Intercomunale Valle del Liri, Iliano Corsetti e il vice presidente e sindaco di Pastena, Renato De Angelis hanno presieduto Co.Ge.Co di Arce per la realizzazione del progetto denominato “Piano di Valorizzazione della via Francigena del Sud – Direttrice A – variante via Prenestina – via Latina” per un importo di 325.972,09 euro. La via Francigena, è stato spiegato durante l’incontro, è un itinerario della storia, una via maesta in uso nel’età antica che metteva in collegamento Canterbury con Roma e il Sud Italia, permettendo ai pellegrini di raggiungere la Terra Santa. Si tratta di una rete di sentieri che si attestano o corrono parallelamente al tracciato delle antiche vie romane (via Appia antica, via Prenestina, via Latina ecc.). Il tratto della Francigena interessato dalla Valle del Liri si snoda su un percorso di 48 km, il tratto segue il tracciato dell’antica via Latina e parte dal comune di Pofi per proseguire verso Ceprano, Arce, San Giovanni Incarico, Roccasecca, Castrocielo, Aquino, Villa Santa Lucia fino ad arrivare a Cervaro. Soddisfazione è stata espressa dal presidente Corsetti che, però, non ha risparmiato alcune critiche nei confronti dei comuni che ad oggi sono fuori dal progetto per mancanza di alcuni adempimenti burocratici.
«Desidero ringraziare nuovamente – ha detto il presidente – i funzionari della Regione Lazio per la collaborazione ottenuta, in quanto l’area della Valle del Liri è stata la prima in tutta la Regione a consegnare i lavori. Non posso non rammaricarmi però dell’esclusione da detti benefici dei Comuni di Arce, Roccasecca e Colfelice che non hanno a tutt’oggi ottemperato, con atti deliberativi, a quanto verbalmente promesso dai relativi sindaci in persona. Un rammarico particolare – e qui la stoccata verso gli amministratori del suo paese- per Arce, tenendo presente che il santo patrono Eleuterio era un pellegrino che partendo dall’Inghilterra voleva raggiungere la Terra Santa, ma il suo viaggio ebbe fine proprio ad Arce».
L’inizio dei lavori con la relativa posa del primo cartello della segnaletica stradale, dovrebbe avvenire entro il mese di settembre presso la chiesa di Santa Scolastica a Villa Santa Lucia. Alla cerimonia inaugurale è prevista la partecipazione del presidente del consiglio regionale Mario Abbruzzese, oltre ai sindaci, amministratori e autorità religiose del territorio.

97
Da: ; ---- Autore: