Arce – V.Sezze 1-1 – Grandi acquisti all’orizzonte per l’Arce, l’arrivo di Chiarlitti e del bomber di Campostefano (Arce), Matteo Corsetti proveniente dal Segni (eccellenza), daranno ai giallo-blu, forse, quella spinta in avanti che ha penalizzato finora il reparto avanzato Arcese. Oggi infatti, lo scontro con una candidata alla vittoria finale, la Vis Sezze, ha visto l’impronta netta di del nostro Matteo; decisivo nel controllo palla in fase d’attacco e abile all’interno dell’area nel creare spazi, suo il goal del pari su rigore

Arce: Leonetta, Della Bona(80° Di Vito), Iori, Ferdinandi, Cappelli, Fiorentini (74° Iannitti), Bottoni, Massari A., Corsetti, Valev(84° Massari C.), De Angelis. A disp.: Pesce, di Vito, Iannitti, Guida, Bianchi, Paglia, Massari C. All. Sig. Scaglirini.

Vis Sezze: Stefanini, Bonanni, Bruckner, Papa, Martelletta, Di Trapano, Pellerani, Raimondi(53° Leva), Del Grande, Violanti, Milo. A disp.: Battisti, Giorgi, Dumitrascu, Leva, Cappuccilli, Truini, Spatarella. All. sig.Stefanini.

Marcatori: 51° Milo (rig.)(Sezze) – 63° Corsetti (rig.) (Arce)
Ammoniti: Arce: Cappelli, Bottoni, Valev – V.Sezze: Raimindi
Arbitro: Sig. D’Aquino  (Roma 1), 1° ass. sig. De iorio, 2° ass. sig.Schiavo (Roma 1)

ARCE – Una gara che ha comunque ha visto gli ospiti far prevalere la loro capacità negli scambi veloci al limite creando non pochi problemi alla retroguardia di casa i quali arginavano con ripartenze veloci ma abbastanza confuse, mancando ancora sulle aperture laterali e affannandosi con lanci che il più delle volte andavano a cozzare inesorabilmente al centro di una difesa ospite ben fornita. Si comincia con Valev che all’8° servito da Massari A. mette al lato di poco, ci prova anche Corsetti al 10° su lancio ancora di Valev da destra ma in area non controlla, si fanno vedere anche gli ospiti al 12°, il solito Milo, bandiera del Sezze, riceve da Violanti e gira debole da breve distanza. La sfuriata inziale induce le due squadre ad una attenzione maggiore, richiamate opportunamente dai mister e fino al 38° non succede nulla di rilevante, si fa vedere Bottoni, che ancora imbeccato dal instancabile Massari A. prova una botta su girata veloce e va lambire il sette alto alla sinistra di Stefanini, rispondono sulla ripartenza gli ospiti con l’esterno Pellerani che riceve da Bonanni a tu per tu con Leonetta che gli chiude lo specchio, si va al riposo.
Nella seconda metà della gara, il Sezze prova a far sua la posta, accelera forte con una pressione asfissiante, gli esterni avanzati Pellerani e Milo sono incontenibili, e su ripetuti affondi, al 51°  Iori entra falloso sul piede d’appoggio di Raimondi lanciato a rete ai limiti dell’area piccola, per l’arbitro è calcio di rigore, va Milo dal dischetto e beffa Leonetta sulla sua sinistra per il vantaggio. Da questo momento entra in campo, come spesso capita, anche il signor direttore di gara come a difendere il prezioso vantaggio degli ospiti per dare una sorta di sostegno ad una società bisognosa, comincia a negare l’innegabile ai giallo-blu, ammonizioni ad ogni richiesta di semplici spiegazioni, come, ormai siamo abituati a vedere. L’Arce comunque spinge e si presenta in area avversaria con una frequenza impressionante, subisce falli a ripetizione, viene regolarmente  fermato in fuorigioco da un guardalinee di destra quasi intendo a curare che gli attaccanti Arcesi non tentino affronti al blasone Pontino, ma è tale e tanta la mole di gioco che su l’ennesimo attacco di De Angelis dalla sinistra al 63°, un ripetuto fallo da tergo di Bruckner, costringe lo sfortunato arbitro a concedere la massima punizione, si presenta sul dischetto il nuovissimo arrivo Corsetti forse un po’ indeciso per il primo impatto con il pubblico Arcese e picchia rasoterra sulla sinistra del portiere che ci arriva ma non può evitare che la palla termini in fondo al sacco per il meritato pari, è la felicità. I signori ospiti, forse, si sentono un po’ delusi da tutto, ma adesso devono fare i conti con le sfuriate giall-blu, al 77°, ancora Corsetti da un saggio di sé, si esibisce con splendida rovesciata al volo su cross di De Angelis che va ad accarezzare la traversa facendo gridare al goal, anche lo stesso De Angelis, su servizio di Valev, spalle alla porta, va a sfiorare il palo opposto mancando il vantaggio che forse avrebbe premiato un grande sforzo che da qualche settimana si deve riconoscere all’Arce; la gara termina con due occasioni nel finale a favore del Sezze che Leonetta sventa da bravo e serio atleta quale è.

 

113
Da: ; ---- Autore: