Ascensore guasto da giorni, Petrucci sollecita – Gli uffici del Comune sono accessibili unicamente tramite le scale interne

ARCE – Ascensore del palazzo municipale guasto: il consigliere Petrucci sollecita l’amministrazione ad intervenire.
Sono oltre dieci giorni che gli uffici del comune di Arce sono accessibili unicamente attraverso le antiche scale interne. L’ascensore panoramico risulta, infatti, chiuso per un guasto tecnico, probabilmente al motore. La cosa, però, sembrerebbe essere passata in secondo piano. Il pronto intervento a questi elevatori, soprattutto in ambienti pubblici, è di solito garantito nel giro di 24/48 ore. Tant’è che il consigliere del Pdl Sara Petrucci è intervenuta per sollecitare l’amministrazione ad intervenire e ad operare fattivamente in favore delle persone con difficoltà motoria che debbono recarsi presso la casa comunale. «Sono oltre dieci giorni – ha detto la Petrucci – che l’ascensore del Comune di Arce risulta fuori uso. E’ chiaro, a questo punto, che non è un problema che riguarda il solo guasto all’elevatore, piuttosto la buona volontà e un’attenta amministrazione pubblica. Esiste un regolamento – prosegue l’esponente del Pdl – recante norme per l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici pubblici al fine di garantire l’accessibilità e cioè la possibilità per persone con ridotta o impedita capacità motoria o sensoriale di raggiungere l’edificio e le sue singole unità immobiliari e ambientali, di entrarvi agevolmente e di fruire spazi ed attrezzature in condizioni di adeguata sicurezza e autonomia. In questo momento il nostro comune è inadempiente a questa normativa causando gravi disagi, non solo per i disabili, ma per tutti coloro che per diversi motivi hanno difficoltà di deambulazione (anziani, gestanti, mamme con la carrozzina, bambini, cardiopatici, etc.). La poca attenzione a queste problematiche denota ancora una volta la scarsa sensibilità dell’amministrazione nei confronti di questi cittadini. Mi chiedo, se una di queste persone in difficoltà motorie, dovesse aver bisogno degli uffici comunali, come potrebbe fare a raggiungerli? Non dovrebbe essere un diritto di tutti e un dovere delle amministrazioni garantire ai cittadini uguali opportunità senza alcuna discriminazione?».

95
Da: ; ---- Autore: