Aspettando un’altra bufera – Guasti elettrici a Rocca d’Arce. Ad Arce si tenta di contenere i danni. A Colfelice una jeep della Protezione Civile ha trasportato un dializzato al S. Scolastica. Stato di massima allerta su tutto il territorio. Si teme un nuovo black-out dei servizi

In attesa di un’altra bufera mentre si tenta di contenere i danni di un’emergenza non ancora archiviata. La Regione Lazio chiede lo stato di calamità e l’accesso ai fondi europei per fronteggiare i danni dell’apocalisse bianca.
A Roccadarce già da ieri mattina il sindaco Rocco Pantanella, ha tentato, pare senza esito, di ottenere una fornitura del prezioso minerale. Il centro rocchigiano, infatti, è bloccato principalmente dai disagi della viabilità. Invece, sembrerebbe che l’elettricità sia stata ripristinata ieri pomeriggio in tutto il paese.
Ad Arce, invece, proseguono per tutto il paese e a ritmo incessante gli interventi per far fronte alla situazione. Ancora sono molte le zone senza energia elettrica che da ieri non riguardano più intere contrade, ma gruppi di abitazioni sparse a macchia di leopardo su tutto il territorio. A Fontanelle permangono le difficoltà maggiori anche se nella tarda serata di lunedì l’Enel è riuscita a fornire energia elettrica ad alcune famiglie con l’ausilio di un generatore di corrente. Le squadre dell’azienda elettrica sono scortate dai carabinieri di Arce per agevolare i lavori di ripristino e per condurre i tecnici più velocemente nelle zone dove sono istallate le cabine. Il maresciallo Gaetano Evangelista sta monitorando personalmente la situazione dei guasti dalle prime ore del mattino fino a notte inoltrata. Nella giornata di ieri i Vigili del Fuoco hanno completato la messa in sicurezza della zona del centro storico e la rimozione di alberi e rami sulle strade. Intanto, anche il responsabile dell’ufficio tecnico comunale sta verificando le condizioni di tenuta di alcuni stabili fatiscenti. Sotto osservazione ci sarebbero anche dei tetti molto vecchi che con l’arrivo di nuova neve potrebbero non reggere più il peso. Ferma a venerdì scorso, invece, la raccolta dei rifiuti solidi urbani. Il porta a porta è stato bloccato dall’impraticabilità delle strade e il servizio dovrebbe tornare alla normalità nei prossimi giorni. Gli uomini della ditta appaltatrice sono stati impegnati a liberare alcuni accessi pubblici e a cercare di spalare la neve dai marciapiedi. Ieri mattina un nuovo incendio ha riguardato un’abitazione tra via Campanile e via Valle. Questa volta le fiamme si sarebbero propagate dalla sporcizia residua della canna fumaria di un caminetto. La riapertura delle scuole rimane prevista per domani, fatto salva nuova allerta neve per il fine settimana.
A Colfelice scuole chiuse per la giornata odierna, e con tutta probabilità l’ordinanza del sindaco Bernardo Donfrancesco sarà prorogata fino a sabato, per tutelare l’incolumità degli alunni durante il trasporto scolastico e nelle aule, dove il funzionamento degli impianti di riscaldamento – spiega il sindaco – andrà verificato, e del personale docente e Ata. Le strade comunali, intanto, sono libere dalla neve, almeno per una carreggiata, anche grazie all’intervento di due mezzi del Consorzio di Bonifica “Valle del Liri”. Una Jeep della Protezione Civile, invece, è impegnata a trasportare all’ospedale di Cassino un cittadino che deve sottoporsi alla dialisi, «ma la gente è la prima a mostrarsi collaborativa – ha detto il sindaco -  e di questo siamo orgogliosi».

29
Da: ; ---- Autore: