Atti vandalici alla fontana monumentale – Bottiglie e lattine gettate nella vasca che contiene circa 4mila litri di prezioso liquido

ARCE – Atti vandalici alla fontana monumentale, la ditta appaltatrice della manutenzione denuncia una situazione «non più sostenibile».
E’ uno dei monumenti simbolo del paese della media Valle del Liri, e ormai da mesi è oggetto continuo di “attacchi”, vandalici. Il titolare della ditta “La Coccinella”, impresa appaltatrice del servizio di manutenzione del verde pubblico, esasperato dalla situazione e dopo aver fatto constare quanto avviene nella fontana di corso Umberto I, ha inviato un esposto al funzionario responsabile dell’ufficio tecnico comunale.
«Nell’ultimo mese – scrive in un passaggio della nota inviata – la fontana è stata oggetto dell’incomprensibile accanimento di vandali per ben tre volte, comportando altrettanti cambi integrali dell’acqua. Un’operazione – spiega che, oltre a rendere più oneroso il puntuale adempimento dell’incarico assunto dalla mia impresa, comporta un maggior dispendio economico a carico del Comune, e quindi della collettività in termini di spese idriche. Basti tenere in considerazione che la vasca contiene circa 4.000 litri di acqua. Già dal settembre del 2001, la fontana veniva usata quale “tiro al bersaglio” con frutti delle piante di magnolia poste nelle aiuole vicine. L’impatto di questi frutti ha lasciato vistose macchie sugli antichi marmi del monumento che hanno richiesto molto tempo e dedizione per essere ripuliti. Nel mese scorso – prosegue ancora – ho rinvenuto personalmente all’interno della vasca bottiglie di vetro e plastica, lattine ecc. Come risulta  anche dall’informativa di servizio del Comando di Polizia Municipale di Arce. Durante la manutenzione di questi giorni, poi, ho trovato nella vasca addirittura una sedia di plastica rotta. Una situazione, insomma, che merita attenzione e mi permetto di suggerire con estrema umiltà, la possibilità che siano installate telecamere a circuito chiuso, che potrebbero consentire l’individuazione dei responsabili di questi deplorevoli episodi».
 

99
Da: ; ---- Autore: